Musetti ha scelto Margherita: festa a due dopo la vittoria

Musetti ha deciso di trascorrere con lei la prima serata da “re” della città di Napoli: è stato colto in flagrante.

Un signore degno di questo nome non avrebbe mai messo il dito nella piaga. Non avrebbe mai esultato per la sua vittoria dinanzi ad un avversario evidentemente sofferente e in preda all’ennesimo dolore. E infatti, Lorenzo Musetti non lo ha fatto. Ha segnato il punto decisivo e si è limitato ad andare sotto rete per abbracciare Matteo Berrettini.

Musetti
©️LaPresse

È stata una gara appassionante e all’insegna del rispetto assoluto, quella che ieri ha estasiato il pubblico di Napoli e gli spettatori che hanno voluto godersela dal divano di casa. Perché ancor prima che avversari i due italiani sono soprattutto amici, nonché compagi di squadra in Coppa Davis.

Non ha dunque voluto infierire il giovane carrarino, consapevole di quanto il romano fosse abbattuto per via di quelle fitte al piede che, per ovvie ragioni, gli hanno impedito di giocare al meglio delle sue possibilità nel corso del secondo set. La festa, naturalmente c’è stata, ma lontano da occhi indiscreti. E in piccolo, considerando che sarà subito tempo, per lui, di correre a Basilea per un altro torneo.

Musetti è stato di parola: a cena con lei

Musetti
Instagram

Lorenzo Musetti ha mantenuto la sua parola. Ha celebrato questa sensazionale vittoria, che lo ha catapultato direttamente al 23esimo posto del ranking Atp, in maniera speciale. Condividendo un momento di grande entusiasmo con la compagna ideale: Margherita.

No, non si tratta di una ragazza. Radio spogliatoio dice che il 20enne di Carrara è single, al momento. Margherita è “solo” la pizza che ha ben pensato di concedersi Lorenzo il magnifico per festeggiare in grande stile, come assolutamente meritava, il trionfo sul Centrale di Mergellina.

Un lusso che gli atleti non possono permettersi troppo spesso, considerando che devono stare molto attenti all’alimentazione e che gli eccessi sono banditi dal loro stile di vita. Ma stavolta se l’è guadagnata, il grande Musetti. Perché pizza e felicità, si sa, sono un binomio inscindibile.