Serie A, una bocciatura e una novità intrigante per la prossima stagione

Serie A
Eriksen, Lukaku, Bastoni e Sanchez esultano dopo il successo con il Parma (Getty Images)

Importanti novità per la prossima stagione di Serie A. Introdotta una norma molto intrigante, mentre è stata bocciata un’altra proposta.

Inter-Atalanta
Eriksen, Lukaku, Bastoni e Sanchez esultano dopo il successo con il Parma (Getty Images)

Grosse novità per la prossima stagione di Serie A. Una fa tirare un sospiro di sollievo ai milioni di sportivi amanti di un calcio romantico, l’altra introduce una novità che potrebbe avere un suo perché. Insomma, gli ultimi giorni di riunioni e contatti tra i vari club del massimo torneo, Salernitana esclusa, hanno dato di che discutere. Il presidente Dal Pino e l’amministratore delegato De Siervo hanno convenuto con i 19 club al tavolo che serviva, almeno in un caso,  una svolta radicale.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Milan, no a Jorge Mendes | Cambia l’erede di Calhanoglu

Girone di ritorno asimmetrico

Atalanta-Juventus
Gosens e Cristiano Ronaldo (Getty Images)

La novità riguarda il nuovo format della Serie A che è già in vigore in altri campionati. Lo adottano ormai da anni la Premier League, la Liga e la Ligue1: i massimi tornei europei, insomma. Il campionato 2021-2022, infatti, avrà una particolare e (sicuramente non innovativa) struttura rispetto alle altre nazioni che lo hanno adottato. Avrà le partite del girone di ritorno totalmente diverse da quelle di andata. Questo sia come ordine, sia come composizione all’interno dello stesso turno. La formula permetterà una migliore distribuzione degli incontri. Essi non saranno quindi condizionati in questo modo da vincoli presenti all’andata: potranno pertanto ricadere sulla stessa giornata del ritorno e viceversa. C’è una conditio sine qua non: una partita non avrà il proprio ritorno prima che siano stati disputati altri 8 incontri.

LEGGI ANCHE: Mourinho, il video del suo arrivo a Roma e quel dettaglio scovato dai tifosi

No alla Serie A spezzatino

pronostici
Un’esultanza dei giocatori del Milan (Getty Images)

La notizia che fa sorridere i tifosi, intanto, è un’altra. È stata ritirata la proposta sugli orari spezzatino per il campionato di Serie A. L’assemblea di Lega, infatti, ha preso atto della volontà di evitare contenziosi proseguendo con il piano di spalmare le 10 partite del massimo campionato. L’idea era di proporre i 10 match di ogni giornata in altrettanti orari diversi a partire dalla prossima stagione. La scelta è stata abortita.