Ajla Tomljanovic l’ha scampata grossa: graziata dal destino

Ajla Tomljanovic, la dea bendata ha deciso di assisterla: ecco cosa ha rischiato la bella tennista australiana e com’è andata a finire.

Non avrebbe mai e poi mai declinato l’invito. Sarà pure di origini croate, ma l’Australia l’ha adottata ed accolta con un calore tale che non poteva proprio dire no. E così, in barba alle strane circostanze di cui vi parleremo a breve, Ajla Tomljanovic ha deciso di essere superiore e di partecipare alla Tennis United Cup.

Ajla Tomljanovic l'ha scampata grossa: graziata dal destino
Instagram

L’evento si terrà dal 29 dicembre all’8 gennaio nella stessa terra dei canguri e lei, che nell’ultimo anno si è distinta come non mai nel circuito, rappresenterà proprio il Paese che l’ha naturalizzata. Un format inedito, le cui squadre saranno composte sia da uomini che da donne.

Magari sarà anche stata tentata dal rinunciare, quando ha saputo chi altri ci sarebbe stato in gara. Ma poi, alla fine, con grande senso di responsabilità, ha deciso che niente e nessuno le avrebbe portato via la possibilità di giocare in rappresentanza dell’Australia e di contribuire alla sua salita al vertice.

Ajla Tomljanovic può tirare un sospiro di sollievo

Ajla Tomljanovic l'ha scampata grossa: graziata dal destino
Instagram

Poco importa, dunque, che allo stesso torneo ci saranno entrambi i suoi ex famosi, ossia Matteo Berrettini e Nick Kyrgios. Anche perché, almeno per il momento, la dea bendata l’ha assistita. Il sorteggio le ha sorriso e risparmiato, quanto meno, l’imbarazzo di avere un incontro ravvicinato con le sue vecchie fiamme.

Non è capitata nel girone dell’Adone romano col quale ha rotto durante la primavera scorsa e non dovrà neanche giocare – sempre per adesso, perché poi non si sa – in coppia con il bad boy australiano con cui ha avuto una relazione prima che Berrettini irrompesse nella sua vita.

L’ha quindi scampata grossa, nel vero senso della parola, Ajla Tomljanovic. Il che è un bene, perché così potrà dare il cento per cento senza che i ricordi e i malumori si mettano di traverso e sciupino la sua performance.