Berrettini, l’abbraccio di Zverev e poi quel gesto: la reazione dei social

Berrettini
©Getty Images

Berrettini costretto a lasciare il campo all’esordio alle Finals. Mentre usciva, le telecamere hanno ripreso un gesto che non è passato inosservato. 

C’era un silenzio tale che al Pala Alpitour lo avranno sentito tutti, il rumore che ha fatto il cuore di Matteo Berrettini quando s’è “spezzato”. Il gigante all’improvviso s’è fatto piccolo così e non c’è voluto molto perché tutti capissero quello che stava accadendo. Perché gli occhi del tennista romano si fossero ad un tratto riempiti di lacrime.

Leggi anche: Nitto Atp Finals, Ruud e Tsitsipas “zoppicano”: tutto da rifare

Chissà cosa avrà sentito. Chissà quanto dolore, non solo fisico, avrà provato, quando si è reso conto che stava succedendo di nuovo. Solo che in un torneo ben più importante degli Australian Open. Solo che a casa sua. Solo che alle Finals. Solo che nel bel mezzo di una partita in cui stava giocando da campione.

Le immagini che ci hanno restituito le telecamere di Rai 1 e di Sky Sport sono quelle che non avremmo mai voluto vedere. Un Berrettini steso su un fianco, succube del proprio destino e impotente dinanzi a quel dolore che stava stroncando il suo sogno più bello. Sappiamo tutti com’è andata a finire.

Zverev, il gesto per Berrettini sorprende Twitter

Berrettini
©Getty Images

A Matteo non è rimasto altro da fare che prendere il suo borsone e uscire di scena, tra le lacrime e gli applausi dei tifosi assiepati sulle tribune. E poi lui, Alexander Zverev. Incredulo, come tutti. Neanche lui voleva che andasse a finire così. Lo ha dimostrato stringendo a sé Berrettini, che ad un tratto non era più il rivale da battere, ma l’amico sfortunato da consolare.

La delusione gliela si leggeva in faccia. Ma quello che ha fatto dopo quell’abbraccio bellissimo, che c’insegna e ci lascia tanto, è stato forse ancor più bello. Il tennista tedesco ha impugnato un pennarello di colore rosso e ha disegnato una faccina triste sull’obiettivo della telecamera che lo stava riprendendo.

Un gesto da amico. Un gesto da campione. Un gesto che non è passato inosservato e che il popolo dei social, cosa che non ci stupisce affatto, ha elogiato in tutti i modi possibili e immaginabili. Al grido di #ForzaMatteo, in trend su Twitter, migliaia di tifosi hanno voluto soffermarsi su questa splendida, quanto malinconica, immagine. “Rispettoso. Sportivo. Un signore”, scrive un utente, racchiudendo in tre definizioni quello che di più bello c’è da dire, oggi, sul conto di Zverev.

“È un tedesco dal cuore d’oro – afferma un altro – Lo aveva già dimostrato più volte, anche contro Djokovic. Stasera un’altra conferma. Personaggio positivo”. “Bravo Zverev – recita un tweet – un signore nel portare un asciugamano al fisioterapista, un signore nell’applaudire Berrettini che esce dal campo, un signore nel disegnare una faccina triste sulla telecamera.”