Nitto Atp Finals, Ruud e Tsitsipas “zoppicano”: tutto da rifare

Nitto Atp Finals
©Getty Images

Nitto Atp Finals, qualcosa non quadra: Casper Ruud e Stefanos Tsitsipas deludono le aspettative. Cosa è successo al Pala Alpitour. 

I dietro le quinte delle Nitto Atp Finals sono proprio quel che ci voleva per smorzare la tensione in vista dell’inizio della competizione. Dal giro per le strade di Torino al Media day, passando per gli ospiti d’eccezione che stanno calcando la superficie del Pala Alpitour, i siparietti tutti da ridere non stanno certo mancando.

Leggi anche: Camila Giorgi, il giorno perfetto è arrivato: fan in visibilio

Il canale ufficiale dell’evento, per la gioia dei follower di Instagram, sta pubblicando video a raffica. Due di quelli che sono stati postati nella giornata di ieri, in particolare, hanno riscosso un successo inaspettato. Non fosse altro perché ci svelano qualcosa in più circa gli otto campioni che si batteranno nel capoluogo piemontese.

Grazie a questi contenuti abbiamo scoperto, ad esempio, che Casper Ruud e Stefanos Tsitsipas “zoppicano”. Non letteralmente, per fortuna, visto che sarebbe un guaio se così fosse, ma in senso figurato. È parso evidente, infatti, che abbiano bisogno di ripetizioni in una certa disciplina.

Su Instagram tutte le gag delle Nitto Atp Finals

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nitto ATP Finals (@nittoatpfinals)

Il tennista greco ha le idee confuse in materia di specialità italiane, tanto per cominciare. Quando gli viene chiesto di nominare tre piatti tipici del Bel Paese, la sua risposta è esilarante: prima cita la pasta, immancabile, poi la pizza e, infine… i rigatoni. No, Stefanos, decisamente non ci siamo: torna al prossimo appello.

Urge un veloce ripassino anche per Casper Ruud, che è invece stato interrogato su un altro tema. Il suo “esame” non verteva sulle materie culinarie, ma su una disciplina ancor più farraginosa per uno straniero: la lingua italiana.

Il norvegese, numero 8 della classifica Atp, ha dovuto elencare tre parole della lingua di Dante. È partito alla grande, dimostrando di sapere il fatto suo: ha detto ciao, poi bella, salvo poi inciampare ad un passo dal traguardo. L’ultimo vocabolo da lui scelto è stato una parolaccia: c**** ha detto Ruud tra le risate generali, regalando, anche in questo caso, un esilarante dietro le quinte delle Nitto Atp Finals.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nitto ATP Finals (@nittoatpfinals)