Inter-Juventus, formazioni ufficiali | Le mosse a sorpresa di Allegri

Pronostici
Simone Inzaghi ©️Getty Images

Inter-Juventus è una partita della nona giornata di Serie A e si gioca alle 20:45: formazioni ufficiali, probabile marcatore, ammoniti, tiri in porta.

Le formazioni ufficiali
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro Martinez, Dzeko.
JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, McKennie, Locatelli, Bernardeschi; Kulusevski, Morata.

Il piatto forte della nona giornata di Serie A è l’attesissimo derby d’Italia tra Inter e Juventus, coi bianconeri che sognano il colpaccio a San Siro agganciando a quota 17 punti proprio i loro arcirivali nerazzurri. Massimiliano Allegri sembra aver già trovato la pozione magica per una squadra che ad inizio stagione balbettava e che invece da qualche settimana ha riacquisito la solidità dei tempi d’oro: lo dimostrano i quattro 1-0 di fila tra campionato e Champions League, tra cui il prestigioso successo contro i campioni d’Europa in carica del Chelsea. Al contrario, è la fase di non possesso palla che sta tormentando Simone Inzaghi: la sua Inter davanti fa faville, ma gli undici gol subiti in otto partite attestano qualche problema nella propria metà campo.

Udinese-Juventus
Massimiliano Allegri ©️Getty Images

Leggi anche: Inter-Juventus, Serie A: streaming, probabili formazioni, pronostici

Come vedere Inter-Juventus in diretta tv e in streaming

Inter-Juventus, in programma alle 20:45 allo stadio “Meazza” di Milano, verrà trasmessa in diretta streaming su Dazn. La piattaforma, da quest’anno, detiene i diritti di trasmissione di tutte le partite del massimo campionato di calcio italiano. Ha un costo mensile di 29,99 euro e non prevede costi aggiuntivi né per l’attivazione né per l’eventuale disattivazione.

I pronostici su marcatori, ammoniti, tiri in porta

Sarà complicato per l’Inter bucare una difesa che non subisce gol dallo scorso 26 settembre. Chi può riuscirci è Lautaro Martinez: l’argentino ha recuperato dagli impegni con la sua nazionale e anche da calcio piazzato si candida ad essere il pericolo numero uno della retroguardia juventina. Tra i bianconeri, invece, potrebbe scoccare l’ora di Morata, ma occhio anche al rientrante Dybala dalla panchina.

La difesa nerazzurra soffrirà molto la verve di Kulusevski, decisivo in Champions con lo Zenit. Szczesny dovrà fare attenzione ai tiri dalla distanza di Barella, che però rischia anche di ricevere un cartellino giallo così come il dirimpettaio McKennie.