Paola Egonu, chi è la pallavolista portabandiera a Tokyo 2020 che ha fatto coming out

Paola Egonu
©Getty Images

Paola Egonu portabandiera alle Olimpiadi di Tokyo 2020: ecco tutto quello che c’è da sapere sull’opposto dell’Imoco. 

Un metro e 93 di forza e di determinazione. Una carriera brillante nel mondo dello sport e un posto nella classifica degli Under 30 europei più influenti. Non li sceglie mai a caso, il Coni, gli atleti che portano la bandiera olimpica durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi.

Leggi anche: Zaniolo sta per diventare papà, ma su Instagram scoppia la bufera

E c’è un motivo ben preciso se il presidente Giovanni Malagò, questa mattina, ha fatto sapere che il Coni ha fatto il nome di Paola Egonu per Tokyo 2020. C’è anche lei, quindi, tra gli atleti che sono stati scelti per reggere il vessillo con i cinque cerchi. La notizia, manco a dirla, l’ha emozionata al punto tale da essere scoppiata in lacrime.

“Sono molto onorata per l’incarico che mi è stato dato da parte del Cio per portare la bandiera olimpica – ha detto la Egonu a Sport Mediaset – Mi sono emozionata appena il presidente Malagò me l’ha detto, perché mi ritrovo a rappresentare gli atleti di tutto il mondo ed è una grossa responsabilità: esprimerò e sfilerò per ogni atleta di questo pianeta”.

Tokyo 2020, con chi è fidanzata Paola Egonu

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paola Egonu (@paolaegonu)

Ma chi è Paola Egonu? E per quali meriti è stata scelta come portabandiera di Tokyo 2020? Questa straordinaria pallavolista, opposto dell’Imoco Volley, ha origini nigeriane ma è nata in provincia di Padova. Ha scoperto di avere la stoffa della campionessa per caso. Non le interessava nulla, dello sport. Ed è merito del suo papà se ha iniziato a giocare a pallavolo, diventando una delle stelle più luminose del panorama italiano.

Ma c’è un altro motivo per il quale la Egonu ha fatto a lungo parlare di sé, oltre che per i suoi innegabili meriti sportivi. Qualche tempo fa, nel bel mezzo di un’intervista al Corriere della Sera, ha fatto coming out. Ha una fidanzata, l’asso dell’Imoco, e le due hanno qualcosa in comune.

Anche la sua dolce metà è una pallavolista. Si chiama Katarzyna Skorupa, è polacca ed è la palleggiatrice del Radomka. C’è un altro “aneddoto” curioso che vale la pena raccontare sulla sua vita: Paola, lo scorso anno, ha prestato la sua voce a Sognaluna, personaggio del film d’animazione “Soul”, prodotto da Pixar e Disney.