Berrettini, la fidanzata è furiosa: il video fa il giro del web

Berrettini
©Getty Images

Berrettini, la fidanzata Ajla Tomljianovic furiosa al termine del match contro Jelena Ostapenko: ecco cosa è successo in campo. 

“È un cattivo esempio per tutti i bambini che ci seguono e ci ammirano”. Non le ha affatto mandate a dire, Ajla Tomljanovic, all’avversaria Jelena Ostapenko. Durante la conferenza stampa che ha fatto seguito all’agguerritissimo match dello scorso 3 luglio, la fidanzata di Berrettini s’è tolta ben più di un sassolino dalla scarpa.

Leggi anche: Ajla Tomljanovic, la croata tutta d’un pezzo che ha dato filo da torcere a Matteo Berrettini

L’incontro al quale alludeva, nell’ambito dei sedicesimi di Wimbledon, è stato bellissimo dal punto di vista del gioco. Peccato solo che uno spiacevole siparietto, al termine dello stesso, abbia macchiato quello che è stato uno dei match più avvincenti del torneo che si sta disputando in questi giorni in Inghilterra.

Tutto è iniziato nel momento in cui, sul 4-0, la Ostapenko ha chiamato il “Medical Time Out“. Si tratta, per i neofiti del tennis, di un time out cui gli atleti possono fare ricorso nel momento in cui ritengono di avere bisogno di un fisioterapista. Questo in teoria. Sì, perché nella pratica lo si usa in maniera decisamente più strategica.

Lady Berrettini punta il dito contro la tennista Ostapenko

Molti tennisti, infatti, sfruttano il “Medical Time Out” per stoppare il ritmo dell’avversario che si sta imponendo sul terreno di gioco. Ed è per questo motivo, a detto della Tomljanovic, che lo avrebbe fatto la sua avversaria, dal momento che lady Berrettini aveva già in pugno la vittoria.

E così, sul finire della partita, l’atleta croata naturalizzata australiana è andata a stringere la mano della Ostapenko. Non senza dirle nulla, però, anzi. L’ha attaccata contestandole il suo atteggiamento a suo avviso per niente sportivo e dicendole, senza peli sulla lingua “Sei una bugiarda, ti sei comportata malissimo”.

L’avversaria, dal canto suo, le ha risposto così: “Parli proprio tu. Hai zero rispetto, vero. Sei la peggiore del tour”. In conferenza stampa, come potrete immaginare, entrambe sono rimaste ferme sulle loro posizioni. La fidanzata di Berrettini, nel sostenere la sua tesi, ha sottolineato che “dovrebbe esserci una regola per impedire che accadano queste cose, perché succede spesso nel tennis femminile. Il punto è che puoi sempre mentire“. La tennista lettone ha invece voluto rimarcare le ragioni del “Medical Time Out” da lei richiesto: “Come puoi chiamarmi bugiarda se non sai come stanno le cose? Ho avuto un problema agli addominali, forse uno stiramento.”