Berrettini li straccia senza giocare: ufficiale, rivincita sia

Berrettini, come lui nessuno mai: ha battuto tutti pur senza giocare. Ora come ora, non ce n’è per nessuno.

Dategli un tappeto verde, una racchetta e delle palline e farete di lui l’uomo più felice sulla faccia della terra. La stagione sull’erba è ufficialmente iniziata e va da sé che i riflettori tornino ad essere puntati, come sempre in questo periodo dell’anno, sull’erbivoro doc del Bel Paese: Matteo Berrettini. Tanto più che i pianeti si sono allineati e che nessun impedimento – ma facciamo ovviamente i dovuti scongiuri – dovrebbe a questo punto costringerlo a posticipare di nuovo il suo rientro in campo.

Berrettini li straccia senza giocare: ufficiale, rivincita sia
Matteo Berrettini (LaPresse) – ilveggente.it

Sono trascorsi altri due mesi da quando ha giocato per l’ultima volta, ma il fatto che adesso si competa sulla sua superficie preferita, quella che meglio si confà al suo stile di gioco, lo rende ancora una volta il favorito. Lo scorso anno, del resto, aveva centrato gli ottavi di finale di Wimbledon anche se acciaccato, il che la dice lunga su come si risvegli a certe latitudini e su quanto bene voglia fare in questa seppur breve parentesi della stagione.

Debutterà domattina al Boss Open di Stoccarda contro Roman Safiullin e solo allora scopriremo quali sorprese potrebbe eventualmente riservarci il capitolo “verde” del calendario Atp. Fermo restando che, anche senza giocare, Berrettini li ha già stracciati tutti.

Che record Berrettini: come lui nessuno mai

Quest’affermazione potrebbe avervi lasciati interdetti, ma è tutto vero. Non si parla di partite, ovviamente, ma di record. E Matteo, a quanto pare, ne detiene uno parecchio lusinghiero ed estremamente rappresentativo, come se non bastasse, di quel talento e di quella bravura che qualcuno ancora si ostina a mettere in discussione. Si è preso la sua rivincita, mettiamola così.

Berrettini li straccia senza giocare: ufficiale, rivincita sia
Matteo Berrettini e Carlos Alcaraz (LaPresse) – ilveggente.it

Il tennista romano è il solo, fino a questo momento, ad essere riuscito a battere Carlos Alcaraz in una lotta da 5 set. Era accaduto, come ricorderanno gli appassionati, agli Australian Open 2022, quando i due campioni regalarono al pubblico un match epico, indimenticabile, durato quasi 5 ore. Nessuno più, dopo di lui, è riuscito a spuntarla al quinto contro il già pluricampione Slam, che qualche ora si è aggiudicato il suo terzo major, quello che, così ha detto, lo inorgoglisce più di tutti.

Nulla ha potuto contro la sua furia il povero Sascha Zverev, che ce l’ha messa tutta per portare a casa il titolo ma che non ha retto i ritmi impressionanti di quello che ha definito “una bestia”, in senso buono s’intende. Il record resta in mano a Matteo Berrettini, dunque, e tutti gli altri sono avvisati: meglio evitare di arrivare al quinto, quando si gioca contro il fenomeno di Murcia…

Impostazioni privacy