Sinner rimane basito, sconfitta inaspettata: cos’è successo

Sinner basito, la sconfitta inaspettata fa partire accuse e polemiche. Ecco quello che è successo attorno al tennista azzurro, che vuole prendersi la posizione numero uno al mondo nel minor tempo possibile 

La polemica attorno a Jannik Sinner non ce la meritavamo. Almeno questo tipo di polemica. Perché la sconfitta non è passata inosservata e ovviamente non parliamo di una sua debacle, ma di quella di Anna Kalinskaya, compagna di quello che potrebbe essere ben presto il prossimo numero al mondo del tennis.

Sinner rimane basito, sconfitta inaspettata: cos'è successo
Sinner (AnsaFoto) – Ilveggente.it

La compagna di Jannik  è stata eliminata al secondo turno del Roland Garros. Testa di serie numero 23 del tabellone, Kalinskaya si è arresa in tre set alla canadese Andreescu subendo una rimonta. E dopo questa sua sconfitta si è accomodata in tribuna a vedere il compagno contro Kotov. Tutto normale, direte voi. Bene, da Mosca a quanto pare non la pensano proprio in questo modo, visto che sono arrivate delle accuse pesantissime nei confronti della tennista.

Sinner, ecco la polemica sulla fidanzata

Kalinskaya, a quanto pare, aveva fretta di tornare a casa da Sinner, anche se avrebbe dovuto vincere, perché Andreescu, dopo una lunga assenza dai campi, non aveva ancora ritrovato la sua forma”. Questa è stata la sentenza di Anna Dmitrieva, 84enne ex tennista russa, 18 volte campionessa dell’Unione Sovietica ed oggi opinionista sul tennis proprio in Russia.

Sinner rimane basito, sconfitta inaspettata: cos'è successo
Kalinskaya, compagna di Sinner (AnsaFoto) – Ilveggente.it

Insomma, una durissima presa di posizione da parte dell’ex tennista russa che sicuramente non può fare piacere né a Sinner né alla sua compagna. Che già ha dovuto pensare e incassare la sconfitta e quasi sicuramente, anzi il quasi lo togliamo proprio, non si aspettava una reazione del genere da parte del suo popolo. Polemiche insomma, com’è normale, comunque, quando si parla di questi campionissimi che fanno la storia dello sport. Certo, le polemiche sarebbe bene incentrarle sullo stato di forma, sulla prestazione in campo e su quello che concerne al tennis, lasciando ovviamente stare i fattori esterni che nulla hanno a che fare con la vita di ogni atleta.

Impostazioni privacy