Pazzesco Sinner, la notizia manda tutti in visibilio al Roland Garros

Pazzesco Sinner, chi lo ha affrontato al Roland Garros non ha nessun dubbio. E menomale che il tennista azzurro, numero due del Mondo, veniva da un problema che gli ha fatto saltare gli Internazionali

E menomale che non stava bene. Jannik Sinner, con una prova importante, enorme, ha distrutto il francese Gasquet nel secondo turno del Roland Garros. Nessun problema per l’italiano, che alla fine ha chiesto scusa per non rispondere in francese alle domande. Eleganza.

Pazzesco Sinner, la notizia manda tutti in visibilio al Roland Garros
Sinner (Lapresse) – Ilveggente.it

E proprio Gasquet, alla fine del match che ha visto soccombere contro l’azzurro, ha detto una cosa che ha mandato in visibilio tutti i presenti al torneo ma non solo. Anche i tifosi italiani, che hanno visto la casa da partita di Jannik, si sono sfregati le mani. Un annuncio che lascia ben poco spazio alle interpretazioni. E che apre a degli scenari favolosi, importanti.

Pazzesco Sinner, l’incoronazione di Gasquet

“Senza dubbio è stata una serata ricca di emozioni, è stato bellissimo giocare di notte con tutta questa gente” ha inizialmente esordito Gasquet. Che poi è entrato nel dettaglio della prestazione contro Sinner, che ha vinto tre a zero, come sappiamo.

Pazzesco Sinner, la notizia manda tutti in visibilio al Roland Garros
Gasquet (Lapresse) – Ilveggente.it

“Ora affrontavo il numero due al mondo Ed è stato fantastico, spero di giocare a questi livelli ancora per un po’ Vorresti sempre vincere un set o servire meglio ma a volte semplicemente perdi contro un tennista che è stato migliore. È un tennista che gioca in maniera molto rapida, colpisce il rovescio come Novak Djokovic ma ha anche un dritto molto rapido. Inoltre ha un ottimo servizio, sono sicuro che – insieme a Carlos Alcaraz – saranno il numero 1 e il numero 2 per molti anni. È un grande ambasciatore di questo sport e parliamo di una grande persona. Gioca davvero bene a tennis e il suo tempismo è straordinario. Si tratta di un grande giocatore”. Infine sul suo futuro: “Ultima volta a Parigi? Non ho una risposta a questo, gioco mese per mese, è difficile dire quando smettere e in questo momento non lo so. Cercherò di scoprirlo, intanto voglio stare in Top 100 e provare a scalare la classifica”.

Impostazioni privacy