Il primo colpo di Fonseca arriva dalla Serie B, tifosi del Milan increduli

Calciomercato Milan, con Paulo Fonseca prossimo a prendere il posto di Pioli, arrivano i primi nomi: il colpo i rossoneri lo potrebbero fare dalla Serie B. Ecco di chi parliamo

Paulo Fonseca, che in Italia ha già allenato la Roma, dovrebbe essere salvo clamorosi e al momento imprevisti colpi di scena, il prossimo allenatore del Milan. Il portoghese prenderà il posto di Stefano Pioli.

Il primo colpo di Fonseca arriva dalla Serie B, tifosi del Milan increduli
Fonseca (Lapresse) – Ilveggente.it

In attesa dell’ufficialità – anche se sono cominciate a circolare già le cifre e si parla di un contratto di 3 milioni di euro all’anno – iniziano anche a venire fuori quelli che sono i primi nomi che il tecnico ha richiesto al club. Come abbiamo visto nel corso delle sue stagione in A, Fonseca ama giocare o con il 4-3-3 oppure in alcune occasioni utilizza il 4-2-3-1. Serve gente, quindi, abile a giocare sulla corsia, esterni che possono fare la differenza, uomini in grado con le proprie giocate di cambiare le sorti di un match. E a quanto pare, un nome, il tecnico lo avrebbe già fatto. E, clamorosamente, arriva addirittura dalla Serie B.

Calciomercato Milan, il primo nome è Berardi

Il campionato ha sancito la retrocessione di Salernitana, Sassuolo e come ultima squadra il Frosinone. Però è proprio dai neroverdi che potrebbe arrivare il primo colpo e parliamo di Mimmo Berardi. L’esterno offensivo, che si è fatto male durante la stagione non avendo la possibilità quindi di aiutare la propria squadra, non rimarrà nella serie cadetta. Anche negli anni scorsi e pure con molta insistenza si è parlato di un addio quasi sicuro, ma poi alla fine è sempre rimasto in Emilia. Quest’anno però con l’addio alla Serie A le cose sono cambiate e anche di netto.

Il primo colpo di Fonseca arriva dalla Serie B, tifosi del Milan increduli
Berardi (Lapresse) – Ilveggente.it

E il Milan potrebbe fare il colpo, ovviamente, visto che Berardi è un giocatore che se sta bene può decisamente fare la differenza. Purtroppo questo infortunio – si è rotto il tendine d’Achille – lo ha messo ko per moltissimo tempo e quindi le condizioni fisiche sono tutte da valutare. Però nel corso della sua carriera, anche con la magli azzurra, ha sempre messo in campo qualità tecniche importanti.

Impostazioni privacy