Schumacher, il sorpasso non conta: Hamilton ha un altro desiderio

Schumacher, il sorpasso non conta sul tedesco. Nella testa di Hamilton c’è solo ed unicamente un obiettivo. Ecco quale

La stagione che si è da poco conclusa non è stata quella migliore di Lewis Hamilton, che sin dalle prime gare ha capito che la situazione sarebbe stata tutt’altro che semplice. Mai è stato in partita per il titolo di campione del Mondo che per la seconda volta nella propria storia si è preso Verstappen. Ma lui ha continuato giustamente a battagliare con la sua Mercedes.

vvSchumacher, il sorpasso non conta: Hamilton ha un altro desiderio
Schumacher ©️LaPresse

Non è andata come si sperava, ma il sette volte campione del Mondo non ha perso la voglia. Minimamente. Anzi, quella fiamma sprigiona ancora energia. E anche Toto Wollf, team principal della Mercedes, lo ha confermato in una recente intervista. A ruota, qualche settimana dopo, sono arrivate pure le parole del campionissimo inglese. Che non pensa, però, a quello che sarebbe un record storico che lo metterebbe da solo davanti a tutti nell’Olimpo dei piloti davanti a Schumacher. Il suo pensiero, e unico obiettivo, è un altro.

Schumacher, Hamilton e quel suo desiderio

“A volte mi sveglio e ho la sensazione di non voler più correre. Altre volte penso di poter fare ancora altre cose per il resto della mia vita. Per me il motorsport non è la cosa più importante. Quando ero bambino forse lo era. Probabilmente anche quando sono entrato in Formula 1, ma, da quando ho compiuto 30 anni, ho capito che è importante avere ricordi con amici e famiglia”. Intanto, prima di svelare quello che andremo a raccontarvi, Hamilton ha detto questo. Ma poi, ha aggiunto una cosa che farà piacere ai suoi ammiratori e tifosi.

Schumacher, il sorpasso non conta: Hamilton ha un altro desiderio
Hamilton ©️LaPresse

Penso che fermarsi da campione del mondo sia il sogno di ogni atleta e io non faccio eccezione” ha dichiarato alla Bild l’inglese, che ha un contratto in scadenza nel 2023 e che ancora non è stato rinnovato. Insomma, al momento, avrebbe un solo anno per provarci ancora. E questo gli permetterebbe, comunque, di superare il tedesco. “Non abbiamo ancora iniziato a parlarne. Finora non abbiamo avuto il tempo, dato che siamo stati sempre in viaggio” ha spiegato Lewis a specifica domanda sul rinnovo. Ma se volesse continuare a correre, di dubbi che la Mercedes gli farà un’offerta, non ce ne sono davvero. Come poterlo fare davanti a un mostro (nel senso buono della parola, ovviamente) del genere?