Camila Giorgi, la sfida si allarga: su Instagram il “festival” del lato B

Camila Giorgi, la moda degli scatti con il lato B in primo piano impazza su Instagram: le tenniste incantano il web.

Camila Giorgi ha fatto scuola a tante. Non sono molte le tenniste che, come la bella marchigiana, amano ricordare al pubblico che un’atleta può essere tale anche senza dover necessariamente rinunciare alla propria femminilità. E lei, in questo, è una maestra formidabile e senza rivali.

Camila Giorgi, la sfida si allarga: su Instagram il "festival" del lato B
Instagram

Sembra essere stata proprio lei, tra l’altro, a dare il via a quella che è ormai diventata una vera e propria sfida social. Da quando, domenica come molte altre volte in passato, ha postato uno scatto con panorama annesso sul suo perfetto lato B, diverse sue colleghe si sono affannate a rincorrerla e a fare lo stesso.

Della prima, Oceane Dodin, avevamo già parlato qui, ma c’è da dire che non è stata la sola a seguire l’esempio della bella Camila e ad offrire ai follower una vista privilegiata su quella parte del corpo. Anche altre campionesse del circuito, negli ultimi tempi, si sono fatte coraggio e hanno posato a favore di camera deliziando i propri fan.

Camila Giorgi, ormai è guerra: il popolo dei social ringrazia

Camila Giorgi, la sfida si allarga: su Instagram il "festival" del lato B
Marta Kostyuk (Instagram)

Tra le foto indubbiamente più notevoli c’è quella di Marta Kostyuk, la tennista ucraina dal fisico scolpito e la bellezza statuaria. Lei ha osato ancor più della collega Giorgi, dal momento che ha esibito il suo lato B deliziosamente incorniciato da un bikini di colore rosa.

Camila, dal canto suo, non si era spinta così tanto. Si era limitata ad indossare il pantaloncino di jeans più striminzito del guardaroba, una scelta che comunque non ha ostacolato in alcun modo la “visione” ai numerosissimi follower che seguono il suo profilo Instagram.

Fatto sta, insomma, che la sfida all’ultimo lato B sta impazzando a tutte le latitudini e che la concorrenza è agguerritissima. Ma non per forza, fortunatamente, dovrà esserci una vincitrice: basta godersi lo spettacolo e sperare che in molte decidano di seguire le orme della Giorgia, della Dodin e della Kostyuk, no?