Alcaraz-Musetti, finale Atp Amburgo: orario, tv in chiaro, streaming, pronostici

Alcaraz-Musetti è la finale del torneo Atp 500 di Amburgo: notizie, analisi, pronostici, diretta tv in chiaro e streaming.

Uno ha compiuto vent’anni solo da qualche mese. L’altro, invece, raggiungerà il “traguardo” addirittura nella prossima primavera ed è ancora un teenager a tutti gli effetti. Eppure entrambi sono pronti a contendersi il titolo ad Amburgo, il torneo più importante dell’ultimo swing sulla terra rossa. Il futuro è oggi, diceva qualcuno, e Carlos Alcaraz e Lorenzo Musetti sembra che l’abbiano preso alla lettera. Lo spagnolo, 19 candeline spente lo scorso maggio, ha già un curriculum da far venire i brividi. Nel 2022 è letteralmente esploso, conquistando nel giro di poche settimane ben quattro titoli Atp – tre cui i due Masters 1000 di Miami e Madrid, prendendosi il lusso di battere due mostri sacri come Nadal e Djokovic – e scalando posizioni su posizioni fino ad approdare in top ten.

Alcaraz-Musetti
Lorenzo Musetti ©️LaPresse

Sulle terra battuta della città anseatica Alcaraz mette nel mirino il suo sesto titolo – il terzo della categoria 500 dopo Barcellona e Rio de Janeiro – roba inimmaginabile per un classe 2003 venuto alla ribalta solamente la scorsa estate. Il murciano è il simbolo più luminoso della nuova Next Gen, quella che rischia di “mangiarsi” molto presto quella precedente dei vari Zverev e Tsitsipas, ancora troppo all’ombra di ciò che resta dei Big Three.

E Musetti, insieme al connazionale Jannik Sinner, rientra a pieno titolo tra questi. Il giovane tennista carrarese è ancora molto discontinuo, per adesso è capace di brillare solo sulla terra battuta ma ha ampi margini di miglioramento. Come talento puro, tecnica e varietà di colpi l’azzurrino è secondo a pochi, tuttavia per arrivare ai livelli di Alcaraz e Sinner dovrà ancora perfezionarsi e lavorare soprattutto dal punto di vista caratteriale.

Nel Challenger di Trieste l’unico precedente

Sinner
Alcaraz ©️LaPresse

Ad eccezione del primo turno contro il tedesco Kuhn – l’unico al quale ha concesso un set – per Alcaraz è filato tutto liscio come l’olio nel Nord della Germania. Contro Krajinovic, Khachanov e Molcan l’erede di Nadal non ha trovato particolari intoppi, chiudendo la pratica in meno di due ore di gioco. Prima testa di serie ad Amburgo, ha rispettato in pieno i pronostici e da lunedì prossimo è già certo di essere numero 5 al mondo. In caso di vittoria, invece, scavalcherebbe Tsitsipas ed entrerebbe tra i primi quattro del ranking.

Musetti, vada come vada, nella prossima settimana farà il suo ingresso ufficiale nella top 50. E lo farà con ottime possibilità di assestarsi per la prima volta tra i primi quaranta. L’italiano era considerato un possibile outsider alla vigilia del torneo, ma in pochi si aspettavano che potesse fare tutta questa strada, essendo reduce da due mesi grigi. Invece ha stupito tutti, trovando finalmente continuità e deliziando il pubblico con giocate da fantascienza, come quella che ha spiazzato Davidovich Fokina nel quarto di finale. Strepitoso anche contro uno dei giocatori più in forma del momento, l’argentino Cerundolo. L’azzurro l’ha “matato” 6-3 7-6 in semifinale, con tanto di battuta da sotto nel primo match point a favore. Sarà il primo scontro con Alcaraz a livello Atp ma i due si sono già incrociati nell’agosto di due anni fa nel Challenger di Trieste, dove l’iberico la spuntò in tre set.

Dove vedere Alcaraz-Musetti in diretta tv e streaming

La finale del torneo Atp 500 di Amburgo tra Carlos Alcaraz e Lorenzo Musetti sarà trasmessa domenica 24 luglio in chiaro su SuperTennis (canale 64 del digitale terrestre, sulla piattaforma satellitare Sky canale 212). Sarà possibile vedere la sfida Alcaraz-Musetti in diretta streaming gratuita anche su www.supertennis.tv (solo per gli utenti che si registrano al sito). L’incontro inizierà alle 15:00.

Alcaraz-Musetti: il pronostico

Indubbiamente è favorito lo spagnolo, molto più avanti nel percorso di crescita rispetto a Musetti. L’azzurro però è stato capace di ribaltare ogni pronostico, giocando a tratti un tennis fenomenale e migliorando le percentuali a servizio. Basterà per riuscire a battere un giocatore “totale” come Alcaraz? A nostro parere no, ma l’azzurro ha le carte in regola per trascinare il match al terzo set e rendere più equilibrata possibile questa finale.