Sara Croce e Claudia Ruggeri, le vallette di Bonolis infiammano Instagram

Bonolis, così le due beniamine di “Avanti un altro” hanno conquistato, oltre che il pubblico di Mediaset, anche i social network.

Da “Ciao Darwin” ad “Avanti un altro” non c’è occasione in cui Paolo Bonolis si privi della possibilità di avere accanto a sé donne bellissime. Per la gioia innegabile dei suoi telespettatori, che hanno di conseguenza una più che valida ragione in più per gustarsi i quiz e gli show che conduce sulle reti Mediaset.

Bonolis
Claudia Ruggeri (Instagram)

Ma ce ne sono due, ancor più di altre, hanno stregato il pubblico da casa e i social network. Si tratta di Sara Croce, alias la Bonas, e di Claudia Ruggeri, che gli aficionados dei programmi capitanati da Bonolis conosceranno con lo pseudonimo di Miss Claudia.

Sono loro le incantevoli beniamine che danno ad ogni puntata una marcia in più, incantando tutti con la loro incredibile bellezza e sensualità. E riscuotendo, di volta in volta, un successo che aumenta alla velocità della luce: lo dicono i numeri e i numeri, si sa, non mentono mai.

Con Sara e Claudia Bonolis vince facile

Bonolis
Sara Croce (Instagram)

Vi basti sapere che la splendida Sara Croce vanta, su Instagram, un seguito pari ad un milione di follower. Una cifra che è in continua crescita e che lieviterà sempre più, considerando che la Bonas di casa Bonolis è tra i personaggi televisivi indubbiamente più amati di tutti i tempi.

Le sue foto riscuotono ogni giorno migliaia di like e non ci stupisce affatto, quindi, che il conduttore di “Avanti un altro” continui a spingere affinché rimanga nelle sue trasmissioni. Stesso discorso per Claudia Ruggeri, l’altro “cavallo di razza” del programma pre-serale (che da maggio va in onda anche in prima serata) condotto dal marito di Sonia Bruganelli.

Lei di fan ne ha addirittura 1 milione e 300mila ed è proprio ai suoi seguaci che, qualche ora fa, ha dedicato un post. Miss Claudia ha voluto ringraziare gli utenti che la seguono su Instagram regalando loro due scatti inediti e, come si legge nella didascalia, “1,3 milioni di baci“.