Paolo Bonolis, i tifosi della Juventus non lo perdonano mai

Paolo Bonolis, i tifosi della Juventus non perdonano: il presentatore di dichiarata fede nerazzurra messo nel mirino sui social

Paolo Bonolis piace o non piace. Non ci sono vie di mezzo. Questo ovviamente sotto l’aspetto caratteriale, perché come conduttore televisivo è evidente che poco o nulla si possa discutere: qualunque cosa abbia fatto nella sua carriera, l’ha sempre fatta bene riscuotendo tanti ed enormi successi. Insomma, sulla professionalità non c’è nulla dire.

Paolo Bonolis
Paolo Bonolis all’Olimpico nella finale di Coppa Italia tra Juve e Inter ©️LaPresse

Discorso diverso, e qui entra in ballo quella che è la fede calcistica, si può fare appunto sotto l’aspetto “privato” della cosa: Bonolis è di dichiarata e mai nascosta fede nerazzurra e nel corso della sua carriera non ha mai risparmiato delle frecciate, nemmeno velate, ai tifosi della Juventus e alla società di Agnelli. Si è sempre schierato Bonolis, e anche questo è sicuramente un merito, visto che pochissime volte ha utilizzato giri di parole per esprimere il proprio pensiero. Ovviamente questo non è mai passato inosservato da parte dei tifosi bianconeri, che l’hanno messo nel mirino sfruttando un’intervista uscita questa mattina.

Paolo Bonolis, i tifosi della Juve non perdonano

©️LaPresse

L’intervista non centra proprio nulla con lo sport e tocca un dramma umano vissuto da Gabriele Marchetti, l’uomo rimasto vittima di un incidente durante la registrazione della nota trasmissione Ciao Darwin. Sentito dal Corriere della Sera, Marchetti ha detto che  “Paolo Bonolis non mi ha mai cercato per sapere come sto. Neanche persone a lui vicine mi hanno mai contattato”. Questo è stato il pretesto da parte dei tifosi della Juventus per “attaccare” in qualche modo il conduttore televisivo, rimarcando quelle che sono state sempre le parole contro la società bianconera e soprattutto quelle che sono state alcune sconfitte dell’Inter memorabili per la Juventus. Il 5 maggio è ben impresso ancora nella testa dei fan dei piemontesi. Insomma a Bonolis non si perdona nulla.