Sinner, gelo all’allenamento pre-partita: “Farò fatica ad alzarmi dal letto”

Sinner
Instagram

Sinner si allena al Pala Alpitour davanti agli occhi curiosi dei suoi sostenitori. Ecco la frase che ha gelato tutti i presenti. 

La chiamano Jannik-mania. Perché è proprio di questo che si tratta. Sinner è ormai a tutti gli effetti un fenomeno. Non più soltanto un tennista, dunque, ma uno sportivo che fa tendenza e per il cui autografo tutti sarebbero disposti a fare carte false. Per un selfie, poi, non ne parliamo proprio.

Leggi anche: Sinner, scambio di cuori sui social network: i fan incrociano le dita

Il ragazzo di San Candido, ieri, è stato accolto dai tifosi assiepati all’esterno del Pala Alpitour come fosse un vero divo. Un bagno di folla che forse neanche lui si aspettava. Il pubblico già ne apprezzava le doti tennistiche, ma l’impresa sfiorata alle Nitto Atp Finals 2021 lo ha reso ancor più celebre.

La vigilia della Coppa Davis l’ha dunque vissuta così, il campione altoatesino. A dispensar sorrisi ai suoi sostenitori e ad allenarsi in vista del debutto al torneo, che avverrà a minuti. Hanno destato non poca curiosità, tra l’altro, gli scambi di cui si è reso protagonista insieme ad una persona altrettanto speciale.

Sinner, scambi da campione col ct Volandri

Sinner
Uno dei tifosi accorsi a vedere Sinner a Torino (Instagram)

Nel campo secondario, allestito nel foyer principale dell’impianto torinese, Sinner si è riscaldato giocando un po’ col capitano degli azzurri, Filippo Volandri. Che avrà pure una “certa età”, si fa per dire, ma non ha certo perso il tocco.

I due hanno dunque messo in piedi un piccolo show, dando spettacolo dinanzi agli occhi increduli dei fortunatissimi presenti. E a chi si complimentava con lui per l’ancora ottima forza fisica, il ct Volandri ha regalato una battuta che ha fatto ridere tutti: “Domattina (ovvero oggi) farò fatica ad alzarmi dal letto“.

Dopodiché, ad allenamento terminato, Sinner si è dedicato un po’ ai suoi fan. Ha apposto la sua firma su cover e fogli, ha regalato un polsino ad un tifoso che è parso più sfegatato di altri. Ha raccolto biglietti a più non posso e regalato gioie a non finire.