Psg, caso Messi | Spogliatoio incandescente mentre Wanda esulta

Psg
©Getty Images

Psg, Messi torna in panchina e Mauro Icardi segna il gol decisivo contro il Lione. Festa grande tra gli spalti in compagnia di Wanda Nara.

Mauro Icardi è stato incontenibile, ieri, al Parco dei Principi. Ha giocato per otto minuti soltanto, ma gli sono bastati per trascinare il Paris Saint-Germain e per risollevare le sorti di una partita che, fino a quel momento, sembrava destinata a finire in sostanziale equilibrio. Invece, il suo ingresso in campo è stato provvidenziale.

Leggi anche: Melissa Satta e quella battuta di Caressa in diretta: gelo in studio

Il suo gol è stato dunque fondamentale, perché ha permesso alla squadra parigina di imporsi contro il Lione e di mettere in saccoccia tre punti fondamentali. Peccato solo che questa vittoria sia stata “macchiata” da un episodio, verificatosi in campo, del quale molto si sta discutendo sui social network.

Pochettino aveva schierato Messi, Neymar, Di Maria e Mbappé, con il chiaro intento di braccare sin da subito gli avversari. Ad un certo punto, però, ha deciso di richiamare Messi in panchina e di sostituirlo con Hakimi. Una scelta, questa, che l’argentino non ha mandato assolutamente giù.

Icardi trascina il Psg: Wanda Nara scatenata

Psg
Instagram

Messi ha cambiato espressione in una frazione di secondo, faticando a nascondere la sua delusione e il suo disappunto. Non ha neanche stretto la mano all’allenatore, per ribadire quanto fosse in disaccordo con la tattica messa improvvisamente in atto dallo stesso Pochettino.

Al di là di questo, al gol decisivo di Icardi la tribuna del Paris Saint-Germain è letteralmente venuta giù. E al Parco dei Principi c’era anche Wanda Nara, insieme ai figli e ad un nutrito gruppo di amici, pronta a sostenere suo marito e a fare il tifo per la sua squadra del cuore.

Ha documentato la sua gioia con diverse Ig Stories, senza nascondere il suo comprensibilissimo orgoglio. Ha esultato come non mai, la bella Wanda Nara, per poi lasciarsi immortalare in posa nella cornice dello stadio in festa.