Il Bonus vacanze sta per scadere: la guida per viaggiare gratis fino a 500 euro

Bonus Vacanze
(Pixabay)

Bonus vacanze, il tempo a disposizione per usarlo sta per scadere. Ecco tutto quello che c’è da sapere per usarlo in maniera corretta. 

C’è tempo fino al 31 dicembre prossimo, per usufruire del Bonus vacanze 2021. Sempre a patto, ovviamente, che lo si possieda già. Potrà utilizzarlo, infatti, solo chi lo abbia richiesto ed ottenuto nel periodo compreso tra il 1° luglio e l’ultimo giorno del 2020. Non è più possibile, al momento, accedere alla misura.

Leggi anche: Lotteria degli scontrini, svelato il mistero: cosa ne sarà delle estrazioni

Ma come si usa il Bonus vacanze 2021? Per usufruire dello sconto previsto dalla misura sarà sufficiente, al momento di saldare il conto nella struttura di cui siamo stati ospiti, esibire due cose. Il proprio codice fiscale, in primis, insieme al codice univoco che ci è stato assegnato.

Andrà benissimo, eventualmente, anche il QR code, reperibile tramite smartphone all’interno dell’app IO. Lo si troverà nella sezione “Pagamenti”. Sono questi i dati che serviranno al fornitore per applicare lo sconto legato al bonus e permetterci di soggiornare a prezzi superconvenienti.

Bonus vacanze, come usarlo e chi lo accetta

Bonus vacanze
(Pixabay)

Il bonus vacanze può essere sfruttato, come noto, in diverse strutture presenti sul territorio italiano. Ci sono innumerevoli alberghi, b&b e residence che lo accettano, ma non è questo il solo modo per approfittare di questa vantaggiosissima agevolazione.

Si può usufruire dello sconto anche nel caso in cui si prenoti la vacanza tramite un tour operator o un’agenzia di viaggi, a patto ovviamente che si opti per un servizio turistico reso entro i confini del Bel Paese. Una volta utilizzato, naturalmente, il bonus non potrà più essere sfruttato.

Per quanto riguarda l’ammontare dello sconto, destinato ai nuclei familiari con Isee fino a 40mila euro, l’importo dipende dal numero di persone che compongono lo stesso. Si spazia da un minimo di 150 euro a persona ad un massimo di 500 euro per le famiglie composte da 3 o più persone.