Italia, Immobile bocciato dai giornali. E spunta il video che fa infuriare il Belgio

Italia
Immobile ©️Getty Images

Italia, Ciro Immobile, nonostante la vittoria azzurra, ha vissuto una serata negativa: bocciato dai giornali. E il video fa infuriare tutti

Capita, soprattutto agli attaccanti, di vivere delle serate negative. Che partono male e finiscono peggio. Segnate dall’inizio. Ed è quasi impossibile poi, nel corso dei 90 minuti, riuscire a cambiarle. Praticamente è quello che è successo ieri sera a Ciro Immobile: l’attaccante della Lazio contro il Belgio non è mai entrato in partita. Mai. Ha perso mille palloni e poi è stato sostituito da Belotti nella parte finale di gara. Subito consolato in panchina, soprattutto da un collega di reparto: Gianluca Vialli. Che avrà ripensato alla sua carriera, nello stesso ruolo e che avrà sicuramente vissuto delle partite come quella di ieri capitate a Ciro. Ma anche Mancini, giustamente, lo ha abbracciato.

Intanto però, il bomber azzurro, viene bocciato dai giornali. E c’è il rischio adesso, per la semifinale contro la Spagna, che si possa accomodare in panchina a discapito dell’attaccante del Torino che freme più che mai per andare a fare a sportellate con i difensori delle Furie Rosse. Voti negativi per il biancoceleste: sia Gazzetta che Corriere dello Sport gli danno un 5. Divorato dalla tensione della partita che praticamente non gli fa riuscire nemmeno un appoggio.

LEGGI ANCHE: I pronostici di calcio di sabato 3 luglio: Euro 2020, Copa America

Italia, Immobile e quel video che fa infuriare i tifosi del Belgio

E poi c’è quel video che ha fatto già il giro del web e che ha fatto infuriare i tifosi del Belgio. Tutto succede nel momento in cui Barella con il destro da dentro l’area spacca la partita e la indirizza a favore degli azzurri. Immobile, qualche istante prima, è toccato e rimane a terra. Dolorante. E sembra anche molto da come si agita. Ma appena il centrocampista dell’Inter scarica alle spalle di Courtois si rialza subito e corre ad abbracciare il compagno. Le polemiche sono partite. Subito. Ma la gioia è stata più grande del dolore, perché il colpo, Ciro, lo ha subito e si vede bene. In Italia, comunque, siamo felici lo stesso.