Green pass Ue, la piattaforma è online: come richiedere la certificazione

Green pass
(Pixabay)

Green pass Ue, è già online il portale tramite il quale si può richiedere il certificato: servirà per spostarsi in Europa.

Sono trascorsi pochissimi giorni, da quando l’Unione Europea ha dato il via libera al Green pass, la certificazione verde che ci permetterà di tornare a spostarci liberamente entro i confini del Vecchio Continente. L’Italia non ha perso tempo, tant’è che la piattaforma per richiederlo è già online da qualche ora.

Leggi anche: Matrimoni 2021 al via tra green pass e autocertificazioni: le cose da sapere

Il sito web italiano del Green pass UE, raggiungibile cliccando su questo link, consentirà agli utenti che ne necessiteranno di inoltrare la richiesta per ottenere la certificazione verde. Sebbene la piattaforma sia già online, occorre però ricordare che il Green pass entrerà ufficialmente in vigore solo dal 1° luglio.

Siamo, quindi, in dirittura d’arrivo. Ora che il sito è pronto e già in rete, bisognerà pazientare solo un po’ prima di poter richiedere il fatidico certificato che ci darà la possibilità di tornare a viaggiare liberamente sul territorio europeo.

Green pass Ue, ecco quando entrerà in vigore

Green Pass
(Pixabay)

Al momento, come avrete avuto modo di vedere, il portale non è attivo al 100%. I suoi gestori si sono limitati, per ora, a metterlo in rete, ma in realtà le richieste non possono ancora essere inoltrate.

Sulla home del sito italiano del Green pass UE si legge, infatti, “presto potrai ottenere la tua Certificazione emessa dalla Piattaforma nazionale del Ministero della Salute”. Dal momento che dal 1° luglio sarà obbligatorio per spostarsi nell’Unione Europea, dovrebbe comunque essere questione di ore.

Ad ogni modo, la certificazione potrà essere richiesta anche in un altro modo. Lo si potrà fare tramite le applicazioni Io ed Immuni, a patto naturalmente che si posseggano i requisiti richiesti. Sarà concesso a chi ha completato il ciclo di vaccinazione, è guarito dal Covid oppure abbia effettuato un tampone, con esito naturalmente negativo, nelle 48 ore che precedono la partenza.