Euro 2020, cinque squadre che verranno eliminate ai gironi

Euro 2020
Il logo e la coppa di Euro 2020 (Getty Images)

Euro 2020, si qualificano agli ottavi le prime due classificate di ogni girone, più le quattro migliori terze. Ecco chi rischia di rimanere fuori dalla fase ad eliminazione diretta.

Ancora pochi giorni e poi finalmente sarà Europeo. Per la prima volta la rassegna internazionale non si giocherà in un unico paese, ma saranno diverse le sedi sparse per il continente. Tra cui Roma, che ospiterà la gara inaugurale. Decisione presa nel 2014, in occasione dei sessant’anni dalla prima edizione, disputata appunto nel 1960. La final four (semifinali e finale) invece avrà luogo nella sede unica di Wembley, a Londra, in Inghilterra.

Il format è praticamente identico a quello di cinque anni fa, che debuttò in occasione dell’Europeo francese del 2016. Sei gironi da quattro squadre, in cui si qualificano agli ottavi di finale le prime due, oltre alle quattro migliori terze, che verranno decise in base ai punti conquistati e alla differenza reti. Delle 24 iniziali, dunque, solamente otto abbandoneranno Euro 2020 subito dopo la fase a gruppi.

Ma chi è che rischia maggiormente l’eliminazione? Tra tutte, quella che sembra più spacciata è senza alcun dubbio l’Ungheria. Capitata in un girone impossibile, composto anche da Francia, Germania e Portogallo, la selezione magiara faticherà a fare punti con ciascuna delle tre avversarie, con lo spauracchio di chiudere mestamente a quota zero punti. Tra l’altro mancherà anche il suo giocatore più talentuoso, Dominik Szoboszlai, costretto a rinunciare all’Europeo per un brutto infortunio.

Euro 2020
Una formazione dell’Ungheria (Getty Images)

Leggi anche: Euro 2020, le partite dei gironi trasmesse in diretta tv Rai: date e orari

Euro 2020, le altre possibili eliminate ai gironi

Probabilità di passaggio del turno ridotte all’osso anche per la Macedonia del Nord, inserita nel gruppo C insieme a Olanda, Austria e Ucraina. Goran Pandev e compagni hanno fatto un piccolo miracolo approdando per la prima volta nella loro – breve – storia ad una fase finale di un Campionato Europeo. La vittoria nel playoff contro la Georgia rimarrà un ricordo indelebile, ma sia sul piano tecnico che su quello dell’esperienza appaiono inferiori alle selezioni che affronteranno ad Euro 2020. Una loro eliminazione, insomma, non sarebbe una sorpresa.

Discorso simile per un’altra debuttante, la Finlandia. La nazionale scandinava può contare su una buona organizzazione di gioco, ma per gli uomini di Markku Kanerva sarà difficile evitare l’ultimo posto nel gruppo B in cui è stato sorteggiato pure il favoritissimo Belgio, oltre a due selezioni che vantano un certo blasone come Russia ed alla Danimarca.

Euro 2020
Marek Hamsik (Getty Images)

Da circa un decennio la Slovacchia è cresciuta moltissimo, centrando gli ottavi sia ai Mondiali 2010 che agli ultimi Europei. Ma nell’ultimo periodo ha fatto registrare risultati troppo contrastanti, nonostante la presenza di alcuni ottimi elementi come l’interista Skriniar e l’ex capitano del Napoli, Hamsik. Motivo per cui gli slovacchi partono un gradino sotto a Polonia e Svezia, le due che nel gruppo E si contenderanno probabilmente il secondo posto dietro alla Spagna.

Faticherà oltremodo anche il Galles. Ad eccezione di capitan Gareth Bale, la rosa della selezione britannica presenta numerosi limiti. E poi potrebbe pesare l’assenza del c.t. Giggs, escluso in seguito alle accuse per aggressione a due donne. Nel gruppo A, con ogni probabilità finirà quarto, dietro a Italia, Svizzera e Turchia.