Coinbase, il debutto al Nasdaq è da record: quanto vale ora la piattaforma

Coinbase
(Getty Images)

Coinbase al Nasdaq, il suo valore di mercato schizza alle stelle nel giorno del gran debutto. Ecco quanto è quotata la piattaforma.

Gli esperti, come avevamo annunciato ieri qui, lo avevano ampiamente previsto. Nessuno mai, però, avrebbe potuto immaginare un tale exploit. E invece, il debutto di Coinbase al Nasdaq è stato accolto con grandissimo entusiasmo dagli investitori, che hanno dunque deciso di dare fiducia a questa piattaforma che potrebbe rivoluzionare il mercato finanziario.

Leggi anche: Dogecoin alle stelle, quotazione più alta di sempre: qual è il segreto del suo successo

Ma cos’è, di preciso, Coinbase? Iniziamo col dire che è uno dei più grandi siti sui quali è possibile trattare, sia in vendita che in acquisto, Bitcoin e altre criptovalute. La relativa applicazione, nel primo trimestre del 2021, ha letteralmente fatto il botto, classificandosi tra le prime più scaricate nell’ultimo periodo.

Non è solo il fatto che vanti oltre 60 milioni di utenti, tra privati ed istituzionali, ad aver fatto schizzare alle stelle il valore di mercato di questa innovativa piattaforma di trading. Dietro di essa si cela, bensì, una grande aspettativa: che sia in grado, cioè, di sdoganare una volta per tutte l’utilizzo delle criptovalute, ancora poco conosciute ai più.

Coinbase accolta in pompa magna a Wall Street

Coinbase
(Getty Images)

Non c’è da stupirsi, pertanto, che il debutto di Coinbase al Nasdaq abbia destato così tanto interesse tra gli “appassionati” e gli addetti ai lavori. E non sorprende neanche che la piattaforma abbia raggiunto, a poche ore dal lancio, un valore di mercato di 85 miliardi di dollari.

Che, tradotto in euro, per rendere meglio l’idea, significa che vale la bellezza di 70 milioni. Un debutto col botto, decisamente. Ogni sua azione, nei listini del Nasdaq, è quotata 381 dollari. Nei primi minuti di scambi ha sfiorato quota 429, salvo poi chiudere la giornata attestandosi intorno ai 328.

Numeri che si discostano nettamente, quindi, da quelli del passato. Occorre sottolineare, infatti, che nel 2018 Coinbase era stata valutata, durante una raccolta di investimenti, “solo” 8 miliardi di dollari. Ha fatto passi da gigante, certamente. Così tanti da essere, oggi, la più grande società legata alle criptovalute presente sul mercato azionario statunitense.