Juventus-Napoli, rischio rinvio: l’Asl di Torino fa chiarezza

Juventus-Napoli
Federico Bernardeschi (Getty Images)

Juventus-Napoli, la storia infinita. In seguito alle voci riguardanti un presunto nuovo rinvio del match, è intervenuta l’Asl di Torino per bocca di Roberto Testi, direttore del dipartimento di Prevenzione. 

In principio erano arrivate la rassicurazioni di Carlo Picco, direttore dell’Asl di Torino. Ai microfoni di Calcio Napoli 24 Live, si era detto ottimista sullo svolgimento del match tra Juventus e Napoli in programma mercoledì alle 18:45 all’Allianz Stadium. Non lo considerava a rischio, l’alto dirigente sanitario. Neanche quando stava già circolando la notizia a proposito di un terzo positivo tra i giocatori a disposizione di Andrea Pirlo. “Al momento non esiste la possibilità di un ulteriore rinvio – aveva detto Picco – I medici stanno verificando la presenza di altri eventuali casi all’interno del gruppo”.

Inizialmente, infatti, erano solo Bonucci e Demiral i positivi al Covid-19 fra i bianconeri. La scoperta era avvenuta dopo i tamponi di rito effettuati al ritorno dalle rispettive nazionali, Italia e Turchia. E ne aveva determinato l’esclusione dai convocati per il derby con il Torino. Ma il timore era dover fare i conti con un possibile cluster, visto che erano diversi i reduci dagli impegni con la nazionale azzurra.

pronostici
Andrea Pirlo (Getty Images)

Leggi anche: Juventus, comunicato ufficiale: l’esito dei tamponi molecolari

Juventus-Napoli, non ci sono i presupposti per un nuovo rinvio

L’allarme è scattato qualche ora fa, quando è stata diramata la notizia di un terzo positivo, Federico Bernardeschi. A quel punto sono stati in molto ad avanzare l’ipotesi dell’ennesimo rinvio, una sorta di “recupero del recupero”. Ma Juventus-Napoli, a quanto pare, si giocherà senza problemi. Almeno stando alle dichiarazioni di Roberto Testi, direttore del dipartimento Prevenzione della Asl torinese.

Secondo Testi, anche dopo l’ufficialità della positività dell’ex giocatore della Fiorentina, la partita non rischia un nuovo spostamento di data. “Bonucci e Bernardeschi si sono infettati con la Nazionale – ha spiegato il dirigente a Calciomercato.it ma sono stati subito isolati e non sono mai entrati nella bolla disposta dalla Juventus. Da parte nostra, come Asl, non c’è alcun problema. Si tratta di una situazione diversa da quella capitata al Torino qualche settimana fa.”