Qualificazioni Mondiali 2022: i pronostici sui marcatori

Qualificazioni Mondiali 2022
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Qualificazioni Mondiali 2022: i pronostici sui marcatori. Una volta note le formazioni ufficiali ecco i frombolieri da tenere d’occhio nelle partite in programma stasera.

La Repubblica Ceca già favorita di suo contro l’Estonia, ha il vantaggio di giocare pure in campo neutro all’Arena Lublin di Lublino, in Polonia. Dovrebbe segnare almeno due gol e come possibile marcatore occhio a Thomas Soucek, autore di un’ottima stagione al West Ham con cui ha segnato ben 9 gol in Premier League. Niente male per un centrocampista: visto che ha segnato anche di recente con la nazionale contro la Slovacchia, potrebbe chissà ripetersi. Occhio anche all’ex romanista Schick, titolare al centro dell’attacco e con una buona media gol in nazionale nell’ultimo anno e mezzo.

Romelu Lukaku è regolarmente titolare nel Belgio che affronterà il Galles, e avendo riposato nello scorso weekend per il rinvio di Inter-Sassuolo è pronto a proseguire il suo periodo magico dal punto di vista realizzativo.

In Finlandia-Bosnia occhio alla voglia di rivalsa di Pjanic e Dzeko, tutti e due autori finora di una stagione deludente con Barcellona e Roma. La difesa bosniaca però ultimamente ha sempre lasciato a desiderare e Pukki è pronto ad approfittarne.

Qualificazioni Mondiali 2022: gli altri possibili marcatori

Finlandia-Bosnia
Teemu Pukki (Getty Images)

In Gibilterra-Norvegia e Portogallo-Azerbaigian i riflettori sono naturalmente puntati su Erling Haaland e Cristiano Ronaldo. I due insaziabili goleador non vorranno di certo restare a secco, e anzi per tutti a due c’è da aspettarsi minimo una doppietta.

In Serbia-Irlanda c’è Dusan Vlahovic, grande protagonista nel girone di ritorno della Fiorentina, avrà un’occasione dal primo minuto per proseguire il suo personale momento magico.

Nella Russia al centro dell’attacco ci sarà Dzyuba, pronto a fare gol contro la non trascendentale difesa di Malta.

Attesi gol e spettacolo in Francia-Ucraina. Deschamps nonostante il periodo d’oro di Benzema dà ancora fiducia a Giroud, che del resto in nazionale ha sempre ripagato. Doppietta nell’ultima partita, cinque gol nelle sette più recenti.