Cashback, se non hai ancora ricevuto il tuo primo rimborso c’è un problema

Cashback
(Pixabay)

Cashback, si conclude la fase di liquidazione dei rimborsi relativi al periodo natalizio. Ecco cosa devi fare se non hai ricevuto il bonifico o se l’importo è sbagliato. 

Chi aveva storto il naso, quando il governo annunciò i dettagli del piano Cashback, sarà ora costretto a ricredersi. Tutti gli italiani che hanno partecipato all’iniziativa, finalizzata, come ormai noto, ad incentivare i pagamenti cashless, dovrebbero ormai aver ricevuto il primo rimborso sotto forma di bonifico.

Leggi anche: Lotteria degli scontrini, occhio alla Pec | La guida per ricevere assistenza

Il primo accredito, come sapranno i bene informati, è relativo agli acquisti effettuati nel periodo compreso tra l’8 e il 31 dicembre. In quella, cioè, che è stata definita “fase sperimentale“. Chiunque avesse registrato, a suo tempo, i propri metodi di pagamento elettronici sull’app IO, avrà quindi certamente avuto diritto al tanto atteso rimborso.

La Consap, concessionaria servizi assicurativi pubblici, che altro non è che una società in house controllata dal ministero dell’Economia, ha infatti annunciato nelle ultime ore che la fase di liquidazione dei rimborsi relativi al periodo natalizio possono dirsi conclusi. Sono stati erogati, in totale, ben 233 milioni di euro.

Cashback, il bonifico non arriva? Devi fare così

Cashback
Le carte di debito usa e getta si possono acquistare al supermercato (Getty Images)

Ha impiegato poco più di 10 giorni, la Consap, per effettuare la bellezza di 3,2 milioni di bonifici ai consumatori che ne avevano diritto. Solo lo 0,04% degli accrediti disposti, riferisce la concessionaria, non sarebbe andato a buon fine. A causa, nella maggior parte dei casi, di Iban non corretti, conti correnti bloccati o inesistenti.

Ad ogni modo, i consumatori che non hanno ancora ricevuto il proprio bonifico, a causa, si presume, di un ipotetico errore nell’inserimento dei dati, non perderanno il loro rimborso. Potranno subito correre ai ripari, piuttosto, correggendo l’Iban nell’area personale dell’app IO.

Sei certo che tutti i dati da te inseriti siano corretti, ma l’accredito sul conto corrente non arriva? Allora devi armarti di pazienza e attendere il 1° marzo, che è l’ultimo giorno utile in cui potresti riceverlo. Solo allora, come ti avevamo già spiegato qui, potrai presentare reclamo, sia nel caso in cui non ci sia traccia del bonifico e sia nell’ipotesi in cui, invece, l’importo non sia quello che ti aspettavi.