WhatsApp, Signal e Telegram: chatta ovunque in un clic con questa app

WhatsApp
(Pixabay)

Non solo WhatsApp. Arriva l’app che ti permette di raggruppare tutte le tue chat e di comunicare tramite una sola interfaccia. Ecco come si chiama e come funziona.

Capita spesso, come ben saprete, che si chatti simultaneamente con più persone. Non necessariamente all’interno della stessa app di messaggistica istantanea, peraltro, ma su diversi canali di comunicazione. E così siamo costretti, il più delle volte, a saltellare di continuo da WhatsApp a Telegram e da Signal a Messenger.

Leggi anche: La truffa del finto malware viaggia via email: i consigli della Polizia postale

Non è esattamente comodo, ecco. Anzi, è una cosa che ci confonde decisamente le idee, senza trascurare il fatto che senza volerlo si può anche sbagliare e che, di conseguenza, si corre il rischio di mandare a qualcuno un messaggio che era invece destinato ad un’altra persona.

Ed è proprio per ovviare a questa scocciatura che Eric Migicovsky ha inventato un’applicazione che farà decisamente furore. Il suo nome, su due piedi, potrebbe non dirvi nulla. Mentre quello dello smartwatch Pebble, ne siamo certi, lo avrete sentito più volte. Ecco, vi basti sapere che Migicovky è lo stesso che ha creato lo stesso dispositivo indossabile open source. Un tizio geniale, insomma.

Da WhatsApp a Messenger senza cambiare app

WhatsApp
Beeper sarà supportata sia da iOS che da Android (Pixabay)

Vi starete chiedendo, a questo punto, in cosa consista questa nuova ed attesissima applicazione. Si chiama Beeper, innanzitutto, ed è pensata appositamente per risolvere il più atavico dei dubbi: come chattare su più app contemporaneamente senza passare da una all’altra? Migicovky ha escogitato un’idea fenomenale.

Quella, cioè, di raggruppare tutte le applicazioni di messaggistica istantanea in un unico “ambiente”. Al momento funziona con Messenger, WhatsApp, Telegram, iMessage, Twitter, Android Messages, Slack, Instagram, Hangouts, Irc, Skype, Signal, Discord e Matrix. Si spera che vengano presto integrate, però, anche WeChat e Line, molto popolari in alcuni Paesi.

Beeper, la cui interfaccia è semplice e intuitiva, funzionerà sia con gli smartphone di casa Apple che con quelli che hanno come sistema operativo Android. Nel caso dei pc, sarà supportata sia da Windows che da MacOS. C’è, infine, un’altra novità interessantissima che renderà questa nuova app ancor più appetibile: l’arrivo di una dark mode.