Col kit digitalizzazione smartphone e connessione sono gratis: chi ne ha diritto?

WhatsApp
Gli hacker potrebbero cercare di rubare la nostra identità su WhatsApp (Getty Images)

Arriva il kit digitalizzazione, che fornirà alle fasce deboli smartphone e connessione in forma gratuita. Ecco i requisiti richiesti e i dettagli della misura. 

Dopo il voucher connettività, ecco che arriva il cosiddetto kit digitalizzazione. Si tratta, anche in questo caso, di una misura espressamente rivolta alle famiglie con reddito Isee inferiore a 20mila euro. Almeno uno dei suoi componenti deve frequentare la scuola o l’università.

Leggi anche: Auguri di Natale, Persico batte Leotta: la scollatura sbaraglia la concorrenza

Potrà fare richiesta solo una persona per ogni nucleo familiare, a patto che sia già provvista di Spid e che non vi siano in essere contratti di connessione ad essa intestati. Sono stati destinati a questa manovra ben 20 milioni di euro. Una cifra considerevole, tanto quanto lo è la finalità della misura, ossia abbattere il divario digitale.

L’ok al kit digitalizzazione è arrivato nelle scorse ore dalla commissione Bilancio della Camera. Farà parte, come annunciato, di un più ampio pacchetto di emendamenti alla legge di bilancio 2021. Sulle altre misure previste per l’anno che sta per iniziare, non abbiamo ancora notizie certe.

Smartphone in comodato d’uso con il kit digitalizzazione

Kit digitalizzazione
Il kit digitalizzazione fa seguito al voucher connettività (Getty Images)

Per effetto del kit digitalizzazione, le famiglie che hanno un reddito Isee inferiore alla soglia dei 20mila euro avranno diritto a ricevere un dispositivo mobile. Gli aventi diritto che soddisfino tutti i requisiti richiesti otterranno lo smartphone in comodato d’uso gratuito, per un anno, completo di connessione ad Internet.

Sarà eventualmente possibile, così come disposto dalla manovra, optare per una soluzione alternativa. Si potrà cioè richiedere, qualora lo si desideri, un bonus di valore equipollente a quello di smartphone e connessione, a patto naturalmente che lo si utilizzi per le stesse finalità.

Lo smartphone fornito in comodato d’uso sarà corredato, inoltre, da un abbonamento a due testate giornalistiche italiane. E troveremo già installata su di esso IO, l’app dei servizi pubblici che, negli ultimi periodi, è stata presa d’assalto dagli italiani per l’adesione al Piano Cashback (leggi qui di cosa si tratta).