Bundesliga, si riparte il 15 maggio: oggi il nuovo calendario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:18
Paderborn-Borussia Dortmund
Witsel è in dubbio: potrebbe partire dalla panchina in questa partita contro lo Schalke 04 (bigstockphoto/sportsphotographer)

Quella di ieri è stata una giornata molto importante per il calcio europeo: Angela Merkel ha dato l’assenso per la ripartenza della Bundesliga. La cancelliera tedesca ha annunciato che il campionato potrà ripartire e che la data precisa verrà decisa dalla Lega, ovvero dalla Deutsche Fußball Liga (DFL).

Non sarà solo il calcio a ripartire, in Germania. Ci sarà anche la parziale riapertura delle scuole, di tutti i negozi inclusi bar e ristoranti. E sarà possibile anche tornare a fare visite nelle case di riposo. Sarà importante capire se dopo tutte queste riaperture la curva dei contagi riprenderà a crescere. Per quanto riguarda il calcio però il protocollo è molto rigido e con tutti i calciatori e i componenti degli staff sottoposti a tamponi ogni tre giorni i rischi di eventuali contagi saranno sempre molto bassi.

Leggi anche: Primeira Liga: in Portogallo si può riprendere a fine maggio

Bundesliga: oggi il calendario definitivo

Prima della ripresa del campionato, tutti i calciatori dovranno andare in quarantena. Con la differenza che non si intendono 14 giorni di isolamento, ecco perché si tornerà in campo già il 15 maggio.

La Deutsche Fußball Liga ha già ufficiosamente fatto capire che si riprenderà il 15 maggio con l’anticipo del venerdì tra Fortuna Dusseldorf e Paderborn. La Bundesliga ripartirà da dove era stata interrotta. Oggi però la Lega stilerà con maggiore precisione il nuovo calendario, includendo anche le partite di Coppa di Germania. Oltre alla Bundesliga riprenderà regolarmente anche la Zweite Liga e a meno di spiacevoli imprevisti dovrebbe chiudersi tutto entro il 30 giugno in modo tale da non avere nessun problema con le scadenze dei contratti dei calciatori e dei prestiti.

Il presidente della DFL Christian Seifert ha detto che giocare delle partite senza pubblico non è una soluzione ideale, ma è indispensabile per salvare durante questa crisi l’esistenza di alcuni club che altrimenti avrebbero rischiato il fallimento.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.