Bundesliga: si ricomincia nella seconda metà di maggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34
Bundesliga
Angela Merkel (Bigstockphoto)

La Bundesliga ricomincerà nella seconda metà di maggio. La notizia è stata da poco confermata dai principali siti di news tedeschi. La cancelliera Angela Merkel ha dato il via libera alla ripresa dell’attività agonistica. La Bundesliga renderà noti i calendari nelle prossime ore. Il campionato dovrebbe ripartire il 15 maggio, a porte chiuse, con il tradizionale anticipo del venerdì sera (di fronte il Fortuna Dusseldorf contro il Paderborn). In alternativa a questa data ci sarebbe quella del 22 maggio, la settimana seguente.

L’ultima partita giocata nel massimo campionato tedesco risale allo scorso 11 marzo, giorno del recupero tra il Borussia Moenchegladbach e il Colonia, che è terminato con una vittoria per 2-1 dei padroni di casa ed è stato il primo match a porte chiuse in cinquantasette anni di storia della Bundesliga.

Da qui al termine dell’attuale stagione, l’assenza di pubblico sugli spalti diventerà la regola e non l’eccezione: è l’unico modo in cui si può provare a portare a termine l’attività agonistica, dopo il lungo stop imposto dalla diffusione del coronavirus.

Ci sono ancora nove intere giornate da disputare, oltre alla sfida tra Werder Brema e Eintracht Francoforte, originariamente fissata in calendario per lo scorso primo marzo e successivamente rinviata a causa del posticipo dell’impegno del club di Francoforte sul campo del Salisburgo, valido per il ritorno dei sedicesimi di Europa League.

Al momento dell’interruzione, il Bayern Monaco era primo classifica con quattro punti di vantaggio sul Borussia Dortmund. Cinque invece le lunghezze di margine nei confronti del Lipsia.

Leggi anche: Premier League e Liga, la ripartenza resta un’incognita

Bundesliga: l’attenzione mediatica durante la pandemia

Già seguitissima da tempo, la Bundesliga diventerà verosimilmente ancora più famosa nel mondo, visto che per molto tempo sarà l’unica grande competizione calcistica che andrà in scena. Si tratta di un torneo pieno di ottimi calciatori, ricco di spunti tecnici e in grado di generare ricavi per oltre quattro miliardi di euro, ovverosia uno in più della Serie A, nonostante abbia due squadre in meno rispetto al massimo campionato italiano. In appena vent’anni, il suo valore è aumentato addirittura del 487%.

La crisi provocata dal coronavirus, però, rischia di avere gravi conseguenze economiche anche in Germania. Molti spingono per l’abolizione della famosa Regel 50+1. In vigore dal 1998, stabilisce il principio secondo il quale le società devono essere composte per almeno il 50% +1 del capitale da associazioni sportive, alle quali spetta di diritto la maggioranza dei voti in assemblea. Proprio per l’esistenza di questa regola, nessun investitore straniero ha finora acquistato un club della Bundesliga. Chissà che il massimo campionato tedesco non si uniformi presto ad altre realtà calcistiche europee. Dominate ormai da tempo da proprietari arabi, russi, cinesi e statunitensi.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.