Ligue 1, il presidente del Lille chiede di simulare gli ultimi turni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34
ligue 1
(bigstockphoto)

Il governo francese ha imposto lo stop alla Ligue 1, ma non tutti i club sono naturalmente d’accordo e non mancheranno i ricorsi.

Alcuni dei principali campionati di calcio europei si sono arresi di fronte all’emergenza legata alla diffusione del coronavirus, sulla base delle decisioni adottate dai rispettivi Governi, che hanno deciso di vietare le manifestazioni sportive ancora per tanti mesi. Dopo l’Eredivisie, anche la Ligue 1 si è ormai fermata in modo definitivo. Esattamente come è già accaduto in Olanda nei giorni scorsi, anche in Francia le polemiche non stanno mancando. La classifica verrà congelata, oppure, in alternativa, la stagione 2019-2020 verrà considerata nulla. Queste eventualità, però, non piacciono a tutti.

Il presidente del Lille, Gérard Lopez, si è mostrato particolarmente critico. Ecco le sue parole: «Secondo me, il congelamento della classifica è inaccettabile, così come considerare nulla la stagione. Congelare la classifica non tiene conto di chi ha giocato contro chi, se in casa o fuori e in quale momento della stagione. Il PSG, per esempio, ha una media di 2,5 punti a partita e noi lo abbiamo affrontato due volte, mentre il Rennes una. È giusto?»

Leggi anche: Serie A, la Lega proporrà al Governo di riprendere il 9 giugno

Ligue 1: l’originale proposta di Lopez

Prima dell’interruzione del massimo campionato francese, causata dal dilagare della terribile emergenza sanitaria, c’erano ancora dieci intere giornate da disputare, oltre al recupero tra il Racing Strasburgo e il Paris Saint Germain, match originariamente fissato in calendario per lo scorso 7 marzo e successivamente rinviato.

Il Lille si trovava al quarto posto in classifica, con un solo punto di distacco rispetto al Rennes, squadra che occupava la terza posizione, l’ultima utile per l’accesso alla prossima edizione della Champions League.

Lopez ha suggerito di «simulare i risultati delle ultime dieci giornate, in base ai punti ottenuti in casa e fuori, per ottenere una classifica su trentotto partite».

«Sono certo che sul campo ci saremmo qualificati per la Champions», ha aggiunto Lopez, le cui dichiarazioni delle ultime ore faranno certamente discutere, in Francia e non solo.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.