Foggia-Salernitana, Perugia-Cittadella e Verona-Livorno, Serie B

Foggia-Salernitana, Perugia-Cittadella e Verona-Livorno sono altre tre partite di Serie B del mercoledì alle 15.00: formazioni e pronostici.

Come vedere la Serie B in diretta TV o in streaming

Foggia-Salernitana, Perugia-Cittadella e Verona-Livorno si potranno vedere in diretta su DAZN (il primo mese è gratuito), la piattaforma di streaming in possesso dei diritti di trasmissione delle partite di Serie B in esclusiva per l’Italia.

FOGGIA – SALERNITANA | mercoledì ore 15:00

La Salernitana è nei guai. Nell’ultima giornata in casa contro il Carpi poteva mettersi in salvo e invece è andata incontro a una brutta sconfitta che la mette a rischio playout. In questo mercoledì di Serie B affronterà un’altra squadra in difficoltà, il Foggia, che rischia addirittura la retrocessione diretta.

Se alla Salernitana andrebbe bene anche un pareggio, il Foggia terzultimo deve assolutamente vincere. Ieri tutti i calciatori si sono presentati in conferenza stampa al posto dell’allenatore Grassadonia e hanno chiesto l’aiuto dei tifosi che risponderanno presente anche perché c’è una forte rivalitò con la Salernitana.

Al Foggia le individualità per fare male alla Salernitana non mancano, da Mazzeo a Iemmello passandro per Kragl. A centrocampo mancherà Agnelli per squalifica ma rientra Billong in difesa. Restano fuori per infortunio Camporese e Tonucci. Nella Sampdoria mancheranno Bernardini, Di Gennaro e Perticone più gli squalificati Djuric e Lopez. L’allenatore Gregucci manderà in campo un 4-5-1 abbottonato rinunciando a Rosina e ai due Anderson.

Il pronostico

Per il Foggia è una partita assolutamente da vincere e giocherà con grande intensità spinto dal pubblico di casa: la Salernitana potrebbe perdere anche questa volta.

Le probabili formazioni di Foggia-Salernitana

FOGGIA (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Gerbo, Busellato, Greco, Deli, Kragl; Mazzeo, Iemmello.
SALERNITANA (4-5-1): Micai; Pucino, Migliorini, Mantovani, Gigliotti; Casasola, Odjer, Minala, Akpa Akpro, Jallow; Calaiò.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

PERUGIA – CITTADELLA | mercoledì ore 15:00

Perugia e Cittadella hanno gli stessi punti in classifica, 46, e stanno lottando per la qualificazione ai playoff. Questa partita è uno scontro diretto in cui i punti valgono doppio, perché chi vincerà con soltanto altre due partite da giocare sarà difficilmente raggiungibile dalla squadra perdente.

L’allenatore Nesta ha qualche assenza di troppo, non ci saranno per squalifica Gyomber in difesa e Carraro a centrocampo. In attacco c’è grande abbondanza con Sadiq e Melchiorri che dovrebbero partire titolari, ma con le alternative Vido e Han che potrebbero fare la differenza a partita in corso. Verre sarà regolarmente titolare nel ruolo di trequartista in cui è tornato a giocare su alti livelli.

Il Cittadella è in flessione, ha vinto una sola partita nelle ultime sette giornate ma allo stesso tempo è da ben dieci giornate che va a segno consecutivamente e in questo parziale ha segnato ventuno gol. L’allenatore Venturato dovrà fare a meno di Finotto e Ghiringhelli e spera in attacco nelle giocate del trequartista Schenetti e degli attaccanti Panico e Moncini, quest’ultimo arrivato a gennaio e autore di dieci gol nelle ultime dieci partite.

Il pronostico

Il Perugia parte leggermente favorito in una partita in cui per le caratteristiche di gioco offensive di entrambe le squadre c’è da aspettarsi almeno un gol per parte.

Le probabili formazioni di Perugia-Cittadella

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Sgarbi, El Yamiq, Mazzocchi; Falzerano, Bianco, Dragomir; Verre; Melchiorri, Sadiq.
CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Cancelotti, Adorni, Frare, Benedetti; Settembrini, Iori, Branca; Schenetti; Moncini, Panico.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

VERONA – LIVORNO | mercoledì ore 15:00

Il Verona non può più scherzare perché dopo avere detto addio alla promozione diretta che sembrava un obiettivo raggingibile a inizio stagione rischia ora di scivolare addirittura fuori dai playoff, deve guardarsi le spalle da Cittadella, Perugia e Cremonese. Allo stesso tempo l’allenatore Grosso sa che con una vittoria si prenderebbe la quinta posizione in classifica superando il Pescara che osserverà il turno di riposo.

Dall’altra parte ci sarà però il Livorno determinato a dare il massimo: attualmente quartultimo, deve provare prima di tutto a evitare la retrocessione diretta visto che ha un solo punto di vantaggio sul Foggia, ma con alle porte due partite abbordabili con Carpi e Padova è allo stesso tempo consapevole che facendo punti a Verona potrebbe addirittura puntare alla salvezza diretta.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, nel Verona Grosso dovrà fare a meno dei soli Crescenzi e Ragusa e ha il solito dubbio in attacco tra Di Carmine e Pazzini. Dall’altra parte Breda non potrà disporre di Fazzi e dello squalificato Gonnelli.

Il pronostico

Il Verona è favorito per la vittoria: il Livorno ha fatto solo due punti nelle ultime sei partite e nelle ultime sette trasferte ha ottenuto solo tre pareggi perdendo in quattro occasioni.

Le probabili formazioni di Verona-Livorno

VERONA (4-3-3): Silvestri; Bianchetti, Dawidowicz, Marrone, Vitale; Faraoni, Gustafsson, Zaccagni; Matos, Di Carmine, Di Gaudio.
LIVORNO (3-4-1-2): Zima; Di Gennaro, Bogdan, Gasbarro; Valiani, Agazzi, Luci, Eguelfi; Diamanti; Gori, Raicevic.

PROBABILE RISULTATO: 2-1