Real Madrid-Atletico Madrid, Supercoppa UEFA (mercoledì)

supercoppa UEFA
supercoppa UEFA

Real Madrid-Atletico Madrid, la partita che assegnerà la Supercoppa UEFA, si giocherà a Tallinn, in Estonia. Il Real Madrid ci arriva da detentore della Champions League per la terza stagione consecutiva. L’Atletico ci arriva da vincitore della scorsa Europa League. Quanto e come sono cambiate, nel frattempo.

REAL MADRID – ATLETICO MADRID | mercoledì ore 21:00

Il Real Madrid e l’Atletico Madrid si affronteranno alla Le Coq Arena di Tallin, in Estonia, a pochi giorni dall’inizio del campionato. Si giocheranno la Supercoppa UEFA, un trofeo tradizionalmente considerato meno importante rispetto a quelli di fine stagione. Sarà tuttavia un’occasione per vedere in campo qualche faccia nuova e qualche nuovo modulo, specialmente da una parte.

Il Real Madrid di Julen Lopetegui

C’è moltissima curiosità intorno al futuro del Real Madrid. Lo straordinario e memorabile ciclo di vittorie recenti si è formalmente concluso con la separazione dall’allenatore Zinedine Zidane e da Cristiano Ronaldo, il giocatore più forte e rappresentativo della squadra. L’inizio del rapporto di collaborazione con il nuovo allenatore Julen Lopetegui è cominciato in modo un po’ traumatico. Lopetegui, per due anni commissario tecnico della Spagna, è stato esonerato dalla federazione a giugno scorso poche ore dopo l’annuncio del Real e due giorni prima dell’esordio nel Mondiale.

Gli acquisti e le cessioni del Real, finora

Gli affari più clamorosi il Real li ha finora conclusi in uscita. Dopo aver ceduto Cristiano Ronaldo alla Juventus, ha dovuto lasciar andare il ventiquattrenne croato Mateo Kovacic, passato in prestito al Chelsea di Maurizio Sarri. Non ha mai veramente trovato un posto da titolare nel Real, Kovacic, ma nelle passate stagioni si è spesso dimostrato una preziosa risorsa nei frequenti momenti di assenza per infortunio di altri centrocampisti come Luka Modric, Toni Kroos o Casemiro.

La linea difensiva ha anche provvisoriamente “perso” i due promettenti terzini Theo Hernández, andato in prestito alla Real Sociedad, e Achraf Hakimi, andato in prestito al Borussia Dortmund. La fascia destra si è tuttavia rafforzata per via dell’acquisto del ventiduenne terzino destro Álvaro Odriozola, arrivato dalla Real Sociedad. È un buon giocatore, giovane ma già dotato di una certa esperienza nel campionato spagnolo. Si è purtroppo fatto male a un adduttore nei giorni scorsi, e non sarà disponibile né per la Supercoppa UEFA né per la prima di campionato.

L’acquisto più costoso è stato finora quello dell’ala sinistra Vinícius Júnior, diciannovenne brasiliano arrivato dal Flamengo per 45 milioni di euro. I numerosi detrattori di Keylor Navas avranno infine provato un atteso sollievo nel momento in cui il Real Madrid ha ufficializzato l’acquisto del nazionale belga Thibaut Courtois dal Chelsea per 35 milioni di euro. Ha ventisei anni ed è da tempo considerato uno dei portieri europei più forti in circolazione: sarà certamente lui il titolare del Real nei prossimi mesi e anni.

Non è ancora chiaro se il mercato del Real Madrid sia concluso oppure no. In qualsiasi caso sembra invece sempre più chiaro un dato di fatto. Che di certo, per riuscire nell’ardua impresa di mantenere i livelli di competitività recenti, servirà un definitivo salto di qualità da parte di giocatori come Isco, Marco Asensio e Gareth Bale, anche in termini di responsabilità che sapranno assumersi in questa complicata era post-Ronaldo.

Simeone+Diego Costa+Griezmann = Atletico Madrid

In questa sessione estiva di calciomercato l’Atletico Madrid di Diego Simeone ha ceduto l’ennesimo centravanti “bocciato” negli ultimi anni: Kevin Gameiro è andato al Valencia per 16 milioni di euro. Dopo i vari tentativi falliti con lui, Jackson Martinez, Luciano Vietto e con lo stesso Mario Mandzukic, l’Atletico aveva già da tempo posto fine alla ricerca dell’erede impossibile di Diego Costa, tornato nella stagione scorsa. Lui, il suo carismatico allenatore e il centravanti francese Antoine Griezmann, campione del mondo, formeranno anche in questa stagione la struttura portante dell’Atletico Madrid.

I nuovi “innesti” riguardano principalmente il centrocampo. L’acquisto più costoso è stato quello dell’esterno sinistro Thomas Lemar, ventiduenne franco-guadalupense arrivato dal Monaco per 70 milioni di euro. Un altro giocatore utilissimo – che all’Atletico di Simeone manca da quando Tiago ha smesso di giocare – sarà il mediano Rodri Hernandez, arrivato dal Villarreal per 20 milioni. E nelle ore scorse, tanto per garantire un adeguato turnover alle punte in seguito alle cessioni di Gameiro e Fernando Torres, è stato preso il milanista Nikola Kalinic, per circa 15 milioni di euro.

La fascia destra sarà priva dell’alternativa rappresentata da Sime Vrsaljko, passato in prestito all’Inter: dovrebbe gradualmente trovare spazio il colombiano Santiago Arias, arrivato dal PSV Eindhoven per undici milioni di euro. E la fascia sinistra troverà poi in Jonny Castro, ex Celta Vigo, un utile “ricambio” per Lucas Hernández e Filipe Luis, all’occorrenza.

Il pronostico

Sarà difficile per chiunque sostenere che la cessione di Cristiano Ronaldo non avrà un impatto poi così rilevante sul gioco e sui risultati del Real Madrid. Già in molte occasioni durante la gestione di Zidane, tuttavia, il Real Madrid ha dato prova di saper temporaneamente supplire alle assenze occasionali di Ronaldo, assente in anni recenti più spesso del “normale” per infortuni o per ragioni di turnover. È probabile che anche con Lopetegui il Real abbia per adesso mantenuto questa qualità, essenziale in partite “secche” come questa.

La strepitosa forza fisica (Diego Costa) e la qualità (Antoine Griezmann) dell’attacco dell’Atletico Madrid impedisce tuttavia di dare per scontato che la porta del Real Madrid – per il momento ancora difesa da Keylor Navas – possa rimanere “inviolata” nell’arco dei novanta minuti di gioco. Almeno un gol segnato da ambedue le squadre sembra un’ipotesi ampiamente condivisibile.

Come vedere Real Madrid-Atletico Madrid in diretta TV o in streaming

Real Madrid-Atletico Madrid, la partita di Supercoppa UEFA, sarà trasmessa in diretta TV su Rai 1 e su Sky Sport football, alle 21:00. La telecronaca di Sky sarà curata da Massimo Marianella e Luca Marchegiani. La diretta streaming di Real Madrid-Atletico Madrid sarà disponibile per gli abbonati con Sky Go, il servizio di streaming per i dispositivi mobili.

Le probabili formazioni

REAL MADRID (4-3-2-1): Keylor Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Casemiro, Kroos, Isco; Asensio, Bale; Benzema.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Juanfran, Gimenez, Godin, Filipe Luis; Saul Niguez, Rodri Hernandez, Thomas Lemar, Koke; Griezmann, Diego Costa.

PROBABILE RISULTATO: 1-1