Mondiale 2018: Croazia-Danimarca (domenica)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Croazia-Danimarca si gioca domenica alle 20:00 e vale l’accesso ai quarti di finale del Mondiale di Russia 2018: le probabili formazioni, le news e i pronostici.

CROAZIA – DANIMARCA | domenica ore 20:00

La Croazia dopo avere dominato il proprio girone, uno dei più equilibrati e difficili del Mondiale di Russia 2018, cerca conferme contro la Danimarca in un ottavo di finale tutto europeo.

Come sono andate le cose nel girone

La Croazia si è piazzata al primo posto nel gruppo D. Ha esordito con una vittoria per 2-0 sulla Nigeria, che si è trovata in seria difficoltà per tutta la partita. Una conclusione alta di Ivan Perisic e un tiro di Ante Rebic, deviato in corner, hanno preceduto un’autorete di Oghenekaro Etebo, grazie alla quale la nazionale allenata da Zlatko Dalic è passata in vantaggio al 32′ del primo tempo. Nella ripresa, un calcio di rigore trasformato da Luka Modric ha chiuso i conti. La successiva partita è stata addirittura trionfale per la Croazia, che ha sconfitto l’Argentina con un netto 3-0, maturato dopo l’intervallo. Un incredibile errore di Willy Caballero in disimpegno ha permesso ad Ante Rebic di sbloccare il risultato, prima che Luka Modric raddoppiasse con un gol strepitoso da fuori area e Ivan Rakitic desse l’esatta dimensione al punteggio. Tanti titolari abituali hanno riposato contro l’Islanda, ma ciò non ha impedito a Zlatko Dalic di condurre la propria squadra verso un nuovo successo: Gylfi Sigurdsson ha risposto su rigore a Milan Badelj, poi Ivan Perisic ha firmato il definitivo 2-1. Nella fase a gironi di questo Mondiale, soltanto altre due nazionali – l’Uruguay e il Belgio – sono state capaci di rimanere a punteggio pieno come la Croazia.

La Danimarca ha ottenuto la seconda posizione nel gruppo C. Ha debuttato a Russia 2018 con una soffertissima vittoria ai danni del Perù, che ha sprecato l’opportunità di passare in vantaggio al termine del primo tempo, quando Christian Cueva ha calciato altissimo un rigore. Scampato il pericolo, la nazionale allenata da Age Hareide ha sbloccato il risultato a inizio ripresa con Yussuf Poulsen, che ha sfruttato un assist di Christian Eriksen. Il Perù ha successivamente costruito numerose occasioni, ma non è riuscito a sfruttarle, anche per merito di Kasper Schmeichel, portiere del Leicester, bravo in più di una circostanza. La nazionale danese è stata poi bloccata sull’1-1 dall’Australia: Mile Jedinak ha replicato su calcio di rigore a Christian Eriksen, autore di un bel gol nei minuti iniziali. Infine, Simon Kjaer e compagni hanno pareggiato per 0-0 contro la Francia: entrambe le formazioni potevano accontentarsi di conquistare un punto, perciò hanno dato vita a una partita poco spettacolare e quasi del tutto privo di contenuti tecnici degni di nota.

Le ultime notizie sulle formazioni

La Croazia dovrebbe scendere in campo con il 4-2-3-1. Danijel Subasic sarà il portiere, mentre Sime Vrsaljko, Dejan Lovren, Domagoj Vida e Ivan Strinic dovrebbero comporre la linea difensiva. Da centrocampo in su, il livello di qualità sarà elevatissimo: Zlatko Dalic, infatti, appare intenzionato a proporre Ivan Rakitic e Marcelo Brozovic come mediani, nonché a puntare su Ante Rebic, Luka Modric e Ivan Perisic sulla trequarti, in appoggio all’attaccante centrale Mario Mandzukic.

Age Hareide, invece, dovrebbe schierare Kasper Schmeichel in porta, Henrik Dalsgaard, Simon Kjaer, Andreas Christensen e Jens Stryger Larsen in difesa, Thomas Delaney e uno tra William Kvist e Matthias Jorgensen al fianco di Christian Eriksen a centrocampo, Yussuf Poulsen, Nicolai Jorgensen e Pione Sisto in attacco. Il modulo sarà formalmente un 4-3-3, ma diventerà un 4-5-1 per larghi tratti della partita, grazie al lavoro degli attaccanti esterni della Danimarca in copertura.

I possibili sviluppi tattici

Essendo dotata di numerosi calciatori validi dal punto di vista tecnico, la Croazia avrà per molto tempo il possesso del pallone. Ivan Rakitic e Marcelo Brozovic – che giocheranno da mediani, ma hanno caratteristiche decisamente offensive – daranno il via alla manovra, con Luka Modric, pronto a muoversi tra le linee avversarie di difesa e di centrocampo. Ante Rebic e Ivan Perisic rappresenteranno altri due seri pericoli per la Danimarca: si piazzeranno sulle fasce, tenteranno di andare spesso alla conclusione e proveranno a servire palloni utili a Mario Mandzukic. Mandzukic si è spesso sacrificato nel ruolo di esterno sinistro con la maglia della Juventus, ma in nazionale agisce da attaccante centrale ed è attualmente privo di concorrenza, visto che Nikola Kalinic è stato rispedito a casa dal proprio commissario tecnico, dopo essersi rifiutato di entrare in campo nella fase conclusiva della partita contro la Nigeria.

La Danimarca giocherà con grande attenzione tattica e lascerà quasi del tutto l’iniziativa ai propri avversari. William Kvist, infortunatosi contro il Perù, potrebbe tornare a disposizione: nel caso in cui il mediano non recuperasse, Age Hareide si affiderebbe di nuovo a Mathias Jorgensen, che è un difensore e ha già giocato a centrocampo contro la Francia. Il commissario tecnico danese vuole proteggere la linea difensiva e avere un altro calciatore abile in interdizione, oltre a Thomas Delaney, sicuro di un posto da titolare. L’attaccante centrale Nicolai Jorgensen rimarrà spesso isolato, perché i due attaccanti esterni – Yussuf Poulsen e Pione Sisto – saranno spesso chiamati a sacrificarsi in copertura. Quando gestirà il pallone, la nazionale danese si affiderà ovviamente soprattutto all’estro di Christian Eriksen, che cercherà di fornire assist utili ai compagni e di arrivare al tiro. Le pur straordinarie qualità del forte centrocampista del Tottenham, però, potrebbero non bastare alla squadra allenata da Age Hareide, attesa da una partita complicata.

I pronostici

La Danimarca farà grande densità a centrocampo e riuscirà probabilmente a limitare i danni, soprattutto nel primo tempo: l’iniziale freschezza atletica, infatti, le consentirà di chiudere meglio gli spazi. La Croazia è ricca di qualità, ha dimostrato di essere in grande forma nei giorni scorsi e potrebbe trovare la giocata giusta da un momento all’altro, grazie a uno dei tanti calciatori di talento di cui dispone.

Le probabili formazioni di Croazia-Danimarca

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Brozovic; Rebic, Modric, Perisic; Mandzukic.
DANIMARCA (4-3-3): Schmeichel; Dalsgaard, Kjaer, Christensen, Stryger Larsen; Delaney, Kvist, Eriksen; Poulsen, N. Jorgensen, Sisto.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.90, planetwin365)
1X + UNDER 3.5 (1.41, planetwin365)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.24, planetwin365)