Serie A: Juventus-Roma (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Juventus-Roma è la partita che conclude il sabato della diciassettesima giornata di Serie A, alle 20.45. Ecco gli approfondimenti, le probabili formazioni e i pronostici.

Novità: la partita tra Juventus e Roma sarà visibile in diretta streaming su SNAI (solo per i registrati con un conto attivo: ne parlavamo qui).

JUVENTUS – ROMA | sabato ore 20:45

La Roma lunedì scorso ha vinto lo scontro diretto per il secondo posto in classifica contro il Milan e si presenta alla partita contro la Juventus come rivale dei campioni d’Italia in carica più accreditata per la vittoria dello Scudetto. I quattro punti di vantaggio che la squadra di Allegri ha in classifica costituiscono già un buon margine, e un’eventuale vittoria in questo scontro diretto metterebbe in discesa la strada verso l’ennesimo titolo. Alla Roma in fondo andrebbe benissimo anche un pareggio, ma uscire anche solo con un punto dallo Juventus Stadium non è mai facile e non lo sarà nemmeno a questo giro.

La Juventus ha vinto il suo girone di Champions League, e in attesa degli ottavi di finale – in cui troverà un avversario alla portata come il Porto – potrà ora concentrarsi sul campionato e provare ad aumentare il vantaggio sulla seconda in classifica. Le uniche tre sconfitte subite in campionato sono capitate dopo impegni infrasettimanali in Champions League, e stavolta Allegri ha avuto una settimana intera per preparare la partita: già questo è un fattore a suo favore. Pur dovendo ancora rinunciare a Bonucci e Dani Alves (il brasiliano a dire il vero non è stato all’altezza della sua fama, finora, e Lichtsteiner si sta facendo preferire per rendimento), Allegri ha di nuovo a disposizione calciatori importanti come Barzagli e Dybala.

La Roma al contrario arriva a questa partita con alcune assenze pesanti (Florenzi, Bruno Peres e Paredes, mentre Salah dovrebbe al massimo giocare solo una parte dei novanta minuti) e, in genere, con una condizione fisica non eccezionale. Spalletti nelle scorse settimane ha detto che la squadre deve provare a vincere le partite anche quando non gioca bene, cosa che invece riesce bene alla Juventus, che nei momenti di difficoltà trova sempre e comunque lo spunto vincente, soprattutto in Serie A. Nelle due partite contro Lazio e Milan, l’allenatore giallorosso è stato accontentato. La Roma ha risentito parecchio dell’assenza di Salah e ha creato pochissime occasioni da gol. Un calo del genere non può essere giustificato soltanto dall’assenza dell’egiziano: sono emersi problemi a far girare il pallone, e il possesso palla non è stato efficace come per gran parte del campionato. Nonostante questi problemi, la Roma è stata cinica e fortunata, e ha vinto tutte e due le partite contro Lazio e Milan, appunto, e senza subire gol. Se giocherà allo stesso modo contro la Juventus sarà molto probabilmente destinata alla sconfitta, perché gli avversari hanno una migliore fase difensiva e riescono tradizionalmente a essere più “cinici” in zona gol.

L’anno scorso Spalletti alla sua seconda partita da allenatore della Roma provò a fare una specie di catenaccio, allo Juventus Stadium, e la difesa riuscì a controllare gli attacchi avversari per buona parte dell’incontro salvo poi subire nel secondo tempo un gol decisivo di Dybala. La difesa con Rudiger, Manolas e Fazio è migliorata nelle ultime settimane, e anche il rendimento di Szczesny – che ha parato un calcio di rigore a Niang – è in costante crescita. Ma la solidità della retroguardia non può ancora essere messa a confronto con quella della Juventus, che è la squadra che ha subìto meno tiri in porta nel corso del campionato (appena 39).

La Roma dovrebbe impostare una partita “guardinga”, come nelle ultime due giornate di campionato, e l’assenza di Bonucci sarà d’aiuto nel contenere la manovra avversaria in fase di impostazione. Allegri per questo motivo dovrebbe decidere di schierare contemporaneamente Marchisio, Pjanic e Dybala per avere tre calciatori in mezzo al campo abili nel fraseggio e nei passaggi, in modo da provare ad aggirare la difesa avversaria palla a terra. L’argentino giocherà almeno un tempo, dal momento che la sua presenza in campo ha più senso rispetto a quella di Mandzukic, che si ritroverebbe a lottare con tre calciatori abili nel gioco aereo come Rudiger, Fazio e Manolas: meglio provare a metterli in difficoltà col dribbling e la velocità di Dybala.

La Juventus ha vinto tutte e cinque le partite di Serie A giocate allo Juventus Stadium contro la Roma, segnando quindici gol e subendone appena tre. In casa va che è una meraviglia, e la Roma in trasferta sta avendo spesso problemi. Le statistiche da questo punto di vista sono abbastanza chiare: la Juventus ha vinto le ultime 24 partite di campionato giocate in casa (e in 15 di queste non ha subìto gol). Con un’altra vittoria eguaglierebbe il record di vittorie casalinghe consecutive in Serie A già stabilito tra l’agosto 2013 e il novembre 2014. La Roma ha invece perso tre delle ultime sette trasferte di campionato.

La vittoria della Juventus è a quota 1.70, su SNAI, che propone un bonus da 5 # alla registrazione più il rimborso del 50% sulle multiple perse, con quota minima 2.00, per cinque settimane.

Un’alternativa al classico segno “1X2” può essere quello di puntare sui cartellini: tra Juventus e Roma c’è una nota rivalità sportiva, e sarà una partita molto combattuta a maggior ragione stavolta che le due squadre sono vicine in classifica. Negli ultimi cinque confronti ci sono state 34 ammonizioni e 5 espulsioni.

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Marchisio, Sturaro, Pjanic, Dybala, Higuain.
ROMA: Szczesny, Rudiger, Manolas, Fazio, Emerson, De Rossi, Strootman, El Shaarawy, Nainggolan, Perotti, Dzeko.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.75, SNAI)
1X + UNDER 3.5 (1.66, SNAI)
OVER 6.5 CARTELLINI (1.83, Bet365)