Contro la vita sedentaria

New YorkerArticolo Sponsorizzato per technogym

Sospettiamo che anche voi, esattamente come noi, trascorriate la maggior parte della vostra giornata lavorando da seduti. Da un’occhiata anche superficiale alla nostra costituzione corporea – marcatamente dissimile da quella del tricheco e della testuggine – si desume che non fummo progettati per rimanere seduti per la gran parte del nostro tempo. Da qui una serie di spiacevoli contrattempi evolutivi, dall’obesità al diabete.

Che fare? Se non vi convince la soluzione suggerita dal New Yorker su un vecchio numero di maggio scorso, c’è quest’altra possibilità suggerita da Technogym, che si è inventata questo oggetto qui. Non si è inventata niente, a dirla tutta, ma l’idea che molti si fanno – quando immaginano di poter bruciare calorie continuando a lavorare – è esattamente una cosa del genere. Abbastanza inverosimile, ma tant’è.