Girone G: Zenit-Austria Vienna e Porto-A.Madrid

Champions League

Champions League

ZENIT – AUSTRIA VIENNA | martedì ore 18:00

L’Austria Vienna si ritrova a giocare la Champions League senza sapere bene nemmeno come. Contro la Dinamo Zagabria nei preliminari ha avuto parecchia fortuna. Nella partita di andata ha fatto due tiri in porta e ha vinto 2-0 grazie all’imprecisione degli attaccanti avversari e giocando il finale di partita in 11 contro 10, nel ritorno in casa ha perso 2-3 ma di gol ne avrebbe dovuti prendere altri 5, e ha passato miracolosamente il turno. Il Porto ha molta più esperienza in campo europeo, e ha iniziato la stagione molto bene vincendo cinque partite su cinque subendo soltanto un gol.

Le squadre austriache non hanno un grande rendimento in Champions League. Le ultime due a giocarla sono state Sturm Graz e Rapid Vienna che hanno perso tutte le partite del girone, e lo stesso potrebbe fare l’Austria Vienna che nella prima partita ha perso “solo” 1-0 contro il Porto ma che in casa dello Zenit rischia di subire parecchi gol.

In campionato l’Austria Vienna è solo quinto e nell’ultima giornata ha perso in casa dell’Admira Wacker ultima in classifica. In più non ci sarà per infortunio il centrocampista Marko Stankovic, uno dei pochi giocatori decenti in squadra oltre ad Hosiner.

Lo Zenit ha fatto quattro “over” nelle ultime quattro partite ufficiali e le ultime quattro partite di Champions hanno prodotto un totale di 15 gol. “Over” probabile come alternativa all’1, o ancora meglio se giocate “1 + Over 2.5” come scommessa abbinata su Paddypower a quota 1.70.

Probabili formazioni:
ZENIT: Lodygin, Smolnikov, Lombaerts, Neto, Ansaldi, Witsel, Fayzulin, Ziryanov, Hulk, Danny, Kerzhakov.
AUSTRIA VIENNA: Lindner, Koch, Rotpuller, Ortlechner, Suttner, Simkovic, Holland, Mader, Royer, Hosiner, Jun.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 CON HANDICAP (1.70, Tipico)
OVER (1.60, Tipico) )
HULK MARCATORE (2.00, Paddypower)

PORTO – ATLETICO MADRID | martedì ore 20:45

Il veggente nel derby contro il Real aveva pronosticato il pareggio, che al Santiago Bernabeu sarebbe stato già un ottimo risultato per l’Atletico Madrid. E invece la squadra di Simeone è andata addirittura a vincere, dimostrando di essere una delle squadre più forti del mondo, perché se tieni testa in Spagna a Barcellona e Real Madrid vuol dire che sei fortissimo in campo mondiale.

Con 7 vittorie su 7 partite – 21 punti, 19 reti segnate e solo 5 subite – l’Atletico ha iniziato il campionato alla grande. L’Atletico non solo è primo in classifica, insieme al Barcellona, ma ha già ampiamente dimostrato che la cessione di Falcao non ha compromesso il livello di competitività della rosa. Anzi probabilmente l’Atletico ne ha guadagnato: adesso lì davanti c’è abbondanza, e diverse soluzioni alternative. Lasciando da parte le garanzie rappresentate da un attaccante indiscutibile come David Villa (e anche la puntualità del giovanissimo Leo Baptistao nel farsi trovare sempre pronto all’occorrenza), i titoli principali di questa stagione forse sono proprio per Diego Costa, classe ’88, un gioiello che l’Atletico aveva in casa da anni e che finalmente ha trovato lo spazio sufficiente per esprimere il suo talento (8 gol in 7 partite).

Proprio Diego Costa sarà assente in questa partita, come già scritto Leo Baptistao sa sempre farsi trovare pronto, ma questo cambio induce a non puntare sulla vittoria secca dell’Atletico Madrid ma sul pareggio, che in fondo andrebbe bene a tutte e due le squadre vincenti nella prima partita.

Formazioni ufficiali:
PORTO: Helton, Danilo, Mangala, Alex Sandro,Otamendi, Lucho González, Josué, Fernando,Defour, Jackson Martínez, Varela.
ATLETICO MADRID: Courtois, Juanfran, Miranda, Godín, Filipe, Gabi, Tiago, Raúl García, Arda Turan, Leo Baptistao, Villa

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X (3.30, Tipico)