Lutto nel calcio, è morto il numero uno di un club eccellente

Lutto nel calcio, l’uomo è stato stroncato da un infarto: era diventato azionista di maggioranza solo due anni fa. 

Novantuno punti e 111 gol segnati in trentaquattro giornate, soltanto 21 incassati. Un dominio che nessuno è stato in grado di contrastare. L’unica a dargli filo da torcere è stato il Feyenoord, arrivato secondo a -7, ma il fatto di non aver vinto neppure uno scontro diretto con il PSV Eindhoven (una sconfitta e un pareggio) ha finito per fare la differenza. L’Eredivisie 2023-24 se l’è dunque aggiudicata con merito la squadra di Peter Bosz, letteralmente travolgente, dalla prima all’ultima giornata.

Lutto nel calcio, è morto il numero uno di un club eccellente
I tifosi del PSV festeggiano il titolo – IlVeggente.it (Ansa)

La grande delusione del massimo campionato olandese invece è stato l’Ajax, che si è dovuto accontentare di un anonimo quinto posto. Troppo poco per il club più titolato d’Olanda, abituato a vincere quasi ogni anno. La stagione dei Lancieri si è rivelata fallimentare sotto tutti i punti di vista: in Europa il club di Amsterdam non ha combinato granché, mentre in campionato lo scorso autunno si è addirittura ritrovato nei bassifondi della classifica. A risollevarne le sorti c’ha pensato l’ex centrocampista del Genoa John van’t Schip, subentrato ad ottobre quando l’Ajax era addirittura fanalino di coda dell’Eredivisie. I Lancieri alla fine hanno chiuso con 56 punti, non sufficienti per arrivare tra le prime tre e staccare un pass quantomeno per i preliminari della prossima Champions League, alla quale non prenderanno parte. Per voltare definitivamente ed avviare un nuovo pagina la dirigenza si è affidata al tecnico italiano Francesco Farioli, reduce dall’esperienza al Nizza.

Lutto nel calcio, morto il proprietario dei GA Eagles

Serrata, invece, la lotta per un posto nei preliminari di Conference League. In Eredivisie, infatti, a fine torneo si giocano dei veri e propri spareggi per decidere chi parteciperà alla terza competizione continentale.

Lutto nel calcio, è morto il numero uno di un club eccellente
Willumsson dei GA Eagles a colloquio con l’allenatore – IlVeggente.it (Ansa)

Ed a sorpresa ad avere la meglio è stata la nona classifica, i Go Ahead Eagles, club che rappresenta la città di Deventer. I giallorossi, contro ogni pronostico, hanno prima avuto la meglio sul NEC, piegato 2-1 in semifinale e poi si sono imposti sempre con lo stesso risultato sull’Utrecht, in un match dalle mille emozioni, deciso a tre minuti dalla fine del secondo tempo supplementare da un gol di Kramer. Molto presto, però, la gioia per lo storico risultato sportivo ha lasciato spazio alla tristezza per via della morte del proprietario Kees Vierhouten, stroncato da un infarto venerdì scorso. L’imprenditore, uno degli uomini più ricchi d’Olanda, era azionista di maggioranza dal 2022.

“I Go Ahead Eagles – si legge nella nota del club – con grande dolore, prendono atto della morte del 51enne Kees Vierhouten. L’azionista di maggioranza è morto di infarto mercoledì sera. Da parte della nostra famiglia ci stringiamo al dolore di sua moglie Mirjam, dei suoi figli Harm, Vin, Evi e Louise e di tutti quelli che stanno soffrendo per questa enorme perdita”.

Impostazioni privacy