Superenalotto, non potrai farne a meno: senza non se ne fa niente

Superenalotto, c’è un solo modo per esserne certi al 100%: senza di questo si corre un rischio molto elevato.

Qualche giorno fa, in provincia di Padova, il titolare di una tabaccheria ha ricevuto una richiesta alquanto insolita. Un suo cliente abituale ha vinto mezzo milione di euro con un Gratta e vinci e gli ha chiesto aiuto per poter riscuotere la sua vincita. Si è messo nelle sue mani, certo che la procedura necessaria per incassare quei 500mila euro sarebbe stata abbastanza intricata e non priva di ostacoli.

Superenalotto, non potrai farne a meno: senza non se ne fa niente
AnsaFoto – ilveggente.it

Per la verità, se si sa in anticipo cosa fare nel caso in cui si vinca una grossa somma, non c’è nulla di troppo difficile. Prendiamo il gioco più amato di casa Sisal, ad esempio, e proviamo a rispondere alla domanda che tutti si pongono: come si riscuotono i soldi vinti al Superenalotto? Iniziamo col dire che le strade praticabili sono due, ma che una di esse è senza ombra di dubbio più sicura dell’altra.

Il giocatore, munito di documenti e di schedina vincente – non di fotocopie o fotografie, perché è necessaria la ricevuta originale – potrà recarsi in autonomia presso l’ufficio premi di Roma o presso quello di Milano. Una volta che la commissione di determinazione delle giocate vincenti e di controlli del gioco, istituita dall’Agenzia dei Monopoli, avrà certificato la vincita, riscuoterà il denaro.

Superenalotto, senza di lui non si può: tutto quello che c’è da sapere in caso di vincita

Molti giocatori preferiscono però, come noto, mantenere l’anonimato, in maniera tale da evitare che alla vincita possano fare seguito spiacevoli conseguenze, come liti in famiglia, estorsioni, ritorsioni e chi più ne ha più ne metta.

Superenalotto, non potrai farne a meno: senza non se ne fa niente
AnsaFoto – ilveggente.it

Nel caso in cui si voglia evitare di essere identificati non si potrà fare a meno di un notaio: in assenza di questa figura, non sarà possibile mantenere l’anonimato di cui sopra. Sarà lui a riscuotere la somma per conto del giocatore, ovviamente previa apposita delega, e a certificare la provenienza del denaro che sarà depositato sul conto dello stesso, come prescritto dalla legge in materia di anti-riciclaggio.

Spetterà ad eventuali commercialisti, consulenti finanziari e promotori, invece, qualora il vincitore lo desideri, far rendere la somma incassata in uno dei tanti modi possibili. Al giocatore baciato dalla fortuna non resterà altro da fare, archiviati tutti questi passaggi, che godersi il proprio denaro senza problemi e senza pensieri.

Impostazioni privacy