Triste addio in MotoGP, è ufficiale: sgomento tra i tifosi

Triste addio in MotoGP, la notizia della settimana è l’annuncio dell’arrivo di Marquez nel team ufficiale Ducati ma non si tratta dell’unica novità. 

La notizia della settimana, per quanto riguarda la MotoGp, è stata l’ufficialità del passaggio di Marc Marquez alla Ducati ufficiale. L’otto volte campione del mondo dalla stagione 2025, e cioè dalla prossima, correrà per la casa motociclistica di Borgo Panigale, dunque nello stesso team di Pecco Bagnaia.

Triste addio in MotoGP, è ufficiale: sgomento tra i tifosi
– IlVeggente.it (Ansa)

Scelta che a quanto pare ha fatto storcere diversi musi, dal momento che molti tifosi della “rossa” avrebbero preferito che il posto oggi occupato da Enea Bastianini venisse preso non da Marquez ma da un altro spagnolo, Jorge Martin, oggi in sella alla Pramac. Quest’ultimo, invece, il prossimo anno gareggerà con l’Aprilia, andando a sostituire Aleix Espargarò, pronto a ritirarsi. Il direttore generale della Ducati, Gigi Dall’Igna, ha provato a fare un po’ di chiarezza, spiegando cosa lo ha spinto ad arruolare un pilota del calibro di Marquez. “Abbiamo pensato che potesse fare la differenza sulla nostra moto – ha detto il manager in una delle ultime interviste rilasciate a Sky Sport – Avere due piloti in grado di lottare per un titolo mondiale è qualcosa di fantastico”. Dall’Igna ha poi ammesso che non è stata una scelta semplice. Tutt’altro. “Ho cambiato idea più volte ma sono convinto di aver preso la giusta decisione”, ha rivelato.

Triste addio in MotoGP, Pramac “divorzia” da Ducati?

Marquez avrà dunque la concreta possibilità di mettere in bacheca il nono titolo mondiale. Un numero molto importante, in quanto gli consentirebbe di eguagliare il suo grande rivale Valentino Rossi.

Triste addio in MotoGP, è ufficiale: sgomento tra i tifosi
Martin in sella alla Pramac – IlVeggente.it (Ansa)

L’ingaggio del fortissimo pilota catalano, ad ogni modo, non è l’unica novità in casa Ducati. Come ha riferito lo stesso Dall’Igna, c’è il concreto rischio che il team satellite Pramac si stacchi presto dalla casa di Borgo Panigale. “Per noi sarebbe un dispiacere – ha detto il manager a FormulaPassion.it – Pramac e Campinoti sono con noi da tantissimo tempo, sono una parte del nostro successo. È ancora tutto da valutare, ma effettivamente il problema sussiste“. Che futuro, dunque, per il team del patron Campinoti? Nei giorni scorsi si era parlato di un possibile “matrimonio” con la Yamaha, voci che inizialmente erano state smentite dal team manager Gino Borsoi. A questo punto, però, non si può escludere alcuno scenario.

Impostazioni privacy