Prima tegola per Fonseca, l’avventura al Milan parte col piede sbagliato

Prima tegola per Fonseca: ufficialmente la sua avventura dentro il Milan non è iniziata ma il tecnico portoghese si potrebbe già ritrovare senza un obiettivo di mercato. Ecco la situazione

Paulo Fonseca salvo clamorosi colpi di scena dovrebbe essere il prossimo allenatore del Milan. La dirigenza rossonera ha scelto l’ex Roma come erede di Stefano Pioli. E l’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare a breve, anche se si parla di un suo arrivo a Milano nei primi giorni di luglio per dei motivi fiscali che lo riguardano da vicino in Francia.

Prima tegola per Fonseca, l'avventura al Milan parte col piede sbagliato
Fonseca (Lapresse) – Ilveggente.it

Migliorare il secondo posto – e ovviamente vincere lo scudetto – è senza dubbio l’obiettivo di una squadra come quella rossonera. Ibrahimovic è impegnato a costruire la rosa insieme a tutti gli altri dirigenti e come sappiamo ha messo nel mirino anche Zirkzee, il centravanti del Bologna che ha incantato nel corso di questa stagione. Anche la Juve ha pensato all’olandese, ma anche in Europa ne hanno visto le prestazioni e quindi sono attirati. E, una squadra, secondo quanto raccontato dal Corriere dello Sport, sembrerebbe pronta all’acquisto.

Prima tegola per Fonseca, salta Zirkzee

In particolare parliamo dell’Arsenal, che ha chiuso al secondo posto alle spalle del City, con Arteta che non ha più nessuna intenzione di guardare gli altri festeggiare. I Gunners vogliono rinforzarsi e hanno voglia di andare a prendersi Zirkzee, che il Milan aveva e ha scelto come sostituto di Giroud.

Prima tegola per Fonseca, l'avventura al Milan parte col piede sbagliato
Zirkzee (Lapresse) – Ilveggente.it

Per Zirkzee come sappiamo esiste una clausola di 40milioni di euro e poi una decisione che alla fine spetterà soprattutto al giocatore. Ma l’agente del bolognese, a quanto pare, spinge forte per la destinazione inglese: Kia Joorabchian è molto amico con Edu, che è il direttore sportivo dei londinesi. E questi sarebbero pronti a ricoprire sia lui sia stato, per un contratto quadriennale a 5 milioni di euro all’anno.

Impostazioni privacy