Bonus scommesse ed errore quota: UFFICIALE, da sabato cambia tutto

Bonus scommesse ed errori di quota: adesso è UFFICIALE: da sabato primo giugno cambia davvero tutto sia per gli allibratori che per gli scommettitori. Cosa sta succedendo

La decisione era nell’aria da un poco di tempo e adesso è anche ufficiale. Dal prossimo primo giugno, quindi da sabato, cambia davvero tutto sia per gli allibratori sia per gli scommettitori. Si tratta di alcune decisioni ufficiali che riguardando il bonus e l’errore di quota. Delle nuove regole che entreranno quindi ufficialmente in vigore tra pochissimi giorni.

Bonus scommesse ed errore quota: UFFICIALE, da sabato cambia tutto
Ufficiale, cambiano le cose per bonus ed errori di quota (AnsaFoto) – Ilveggente.it

La determina dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è lunghissima. Qui cercheremo, quindi, di portarvi in evidenza quelli che sono i punti salienti senza entrare nei dettagli. Tanto quello interessa, capire realmente cosa succederà dal primo giugno in poi e, quasi sicuramente, per moltissimi anni. Poi sappiamo, tutto nel corso della vita potrebbe succedere, quindi queste regole semmai potrebbero anche essere cambiate, ma un bel po’ di tempo saranno in vigore. Quindi ecco cosa cambia, entrando nel dettaglio.

Bonus scommesse ed errori di quota, ecco cosa cambia

“Le tipologie di bonus che possono essere offerti per l’effettuazione di una scommessa a quota fissa sono: a) bonus con vincita integrale: l’importo pagato al giocatore, in caso di vincita o rimborso, è determinato in base alle disposizioni di cui agli articoli 6 e 10 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 1° agosto 2022, n. 145; b) bonus con vincita ridotta: l’importo pagato al giocatore, in caso di vincita o rimborso, è pari alla differenza tra l’importo della vincita o del rimborso come calcolati ai sensi degli articoli 6 e 10 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 1° agosto 2022, n. 145, e il valore del bonus utilizzato dal giocatore per l’effettuazione della scommessa a quota fissa; c) bonus con vincita in bonus: l’importo pagato al giocatore, in caso di vincita o rimborso, è determinato in base alle disposizioni di cui agli articoli 6 e 10 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 1° agosto 2022, n. 145, ed è accreditato sotto forma di bonus. La tipologia di bonus di cui alla lettera c) del comma 1, può essere offerta solo per l’effettuazione di una scommessa telematica”. Ovviamente poi ci sono anche delle altre situazioni. Che vi invitiamo a leggere direttamente sul sito dell’ADM.

Poi c’è l’errore quota: “Il concessionario può richiedere il riconoscimento dell’errore quota esclusivamente per le tipologie di scommessa cui è associata una lista esiti statica. ADM stabilisce differenti modalità di individuazione dell’errore quota a seconda che questo si verifichi: a) prima dell’ultima data e ora comunicata dal concessionario al totalizzatore nazionale per l’avvenimento o l’avvenimento-manifestazione comunicato ai sensi dell’articolo 3, comma 2, lettera c) – Raccolta pre-match; b) successivamente all’ultima data e ora comunicata dal concessionario al totalizzatore nazionale per l’avvenimento o l’avvenimento-manifestazione, comunicato ai sensi dell’articolo 3, comma 2, lettera c) – Raccolta live. All’esito delle verifiche effettuate da ADM, anche in caso di richieste giudicate improcedibili, e per le richieste di riconoscimento dell’errore quota escluse dall’applicazione del presente provvedimento ai sensi del comma 1, resta salva l’esperibilità dell’azione innanzi all’autorità giudiziaria competente”.

 

Impostazioni privacy