Australian Open, Berrettini dimenticato: Sinner al comando

Australian Open, Berrettini praticamente è stato dimenticato. Al comando al momento c’è l’altro talento del tennis azzurro, Sinner

Pronti, partenza, via! L’Australian Open, il primo Grande Slam della stagione del tennis, è pronto a prendere il via. Mancano solamente pochi giorni allo start di uno degli appuntamenti più attesi e ieri vi abbiamo parlato delle condizioni fisiche di due azzurri.

Australian Open, Berrettini dimenticato: Sinner al comando
Matteo Berrettini ©️LaPresse

Sia Sinner infatti, sia Musetti, due che hanno avuto delle difficoltà fisiche nelle scorse settimane, ci saranno. Non si tratta di nulla di preoccupante per i giovani tennisti azzurri che stringeranno i denti e che cercheranno di arrivare il più lontano possibile. E cercheranno ovviamente di mettere in difficoltà quello che è il grande favorito del torneo, quel Djokovic che anche per i bookmaker, e non può essere altrimenti, è il grande favorito dello Slam australiano. Bene, oltre questo, c’è anche tanta curiosità per capire come sono messi, secondo gli esperti analisti, gli azzurri. E in tutto questo sembra proprio essere arrivata una decisione, forse impopolare o forse no. Che solamente il campo, comunque, potrà dire se sia reale o meno o azzeccata o meno. Berrettini in pratica è stato “dimenticato”, il primo nella lista è Sinner.

Australian Open, è Sinner il favorito

Secondo i bookmaker è Sinner tra gli azzurri quello che potrebbe cercare di arrivare in fondo. Ovviamente non è tra i primi l’altoatesino, davanti a tutti come detto c’è Djokovic che al massimo si gioca a 1,90 volte la posta. In poche parole di dubbi sul vincitore non ce ne dovrebbero essere.

Australian Open, Berrettini dimenticato: Sinner al comando
Sinner ©️LaPresse

Anche perché, il primo degli altri, è Medvedev, che si gioca almeno a 5 volte la posta. E poi?  E poi ci sono i vari Kyrgios, Nadal, Tsitsipas e compagnia cantante, tutti dietro al clamoroso tennista serbo, e tutti davanti a quelli che sono gli azzurri.

Bene, a proposito degli azzurri: Jannick Sinner, per gli esperti bookmaker, è davanti a Berrettini. Il primo si gioca a 20volte la posta (addirittura a 14 secondo Star Casino), mentre il secondo è dato minimo 25 volte. Una direzione ben precisa in poche parole, dimenticando insomma quello che Matteo è riuscito a fare a Wimbledon due anni fa, quando è arrivato ad un solo passo dal sogno di una vita e di una Nazionale. Ma in questo tempo le cose sono cambiate, per tutti, e anche per lui. E Jannick ha messo la freccia.