Musetti e quel gioco di prestigio: è successo tutto in poche ore

Musetti, adesso il tennista carrarino è anche prestigiatore: ecco di quale magia è stato capace la terza punta azzurra.

Hanno brindato al Natale in aereo, mentre sorvolavano oceani e paesaggi idilliaci. Senza le loro famiglie, ma con un tesoro preziosissimo nei trolley di ognuno: quella maglia, di colore azzurro, da onorare e difendere con le unghie e con i denti.

Musetti e quel gioco di prestigio: è successo tutto in poche ore
©️LaPresse

E in Australia trascorreranno anche il Capodanno, i tennisti italiani che sono impegnati da ieri a Brisbane nella prima edizione della United Cup. Una squadra giovane e affiatatissima che sta regalando al suo pubblico una marea di contenuti e di siparietti esilaranti tutti da ridere. I riflettori sono puntati in particolar modo su Matteo Berrettini e Lorenzo Musetti, che hanno il difficile compito, in quanto top player, di traghettare i loro compagni di squadra vero la vittoria del torneo misto che si sta giocando nella terra dei canguri.

Il carrarino, dal canto suo, ha già dato un contributo importantissimo. Ha vinto il primo match contro il Brasile e ha incassato un primo e prezioso punto nella fase a gironi. La sconfitta subita da Martina Trevisan ha poi fatto sì che gli avversari pareggiassero i conti, ragion per cui la responsabilità, adesso, è tutta sulle spalle di Berrettini – che giocherà nella notte italiana – e di Lucia Bronzetti. Dopodiché, ma solo nel caso in cui Italia e Brasile si portassero sul 2 a 2, si tornerà in campo per il fatidico doppio misto.

Musetti e quella magia in riva all’Oceano Indiano

Ha fatto magie anche in Australia, dunque, il mitico Musetti, il tennista carrarino reduce da un anno straordinario e noto per il suo proverbiale rovescio a una mano.

Musetti e quel gioco di prestigio: è successo tutto in poche ore
Instagram

Per essere lì ha rinunciato non solo a trascorrere il Natale con la sua famiglia, ma anche alla sua Veronica, la bellissima ragazza che ha da poco fatto irruzione nella sua vita. Si conoscevano già da tempo, per la verità, ma all’improvviso qualcosa è cambiato. Ed è successo tutto, come nella più bella delle favole, in un luogo paradisiaco, cornice perfetta per un amore appena iniziato. Sono andati insieme alle Maldive non appena la stagione tennistica si è conclusa ed è lì, a quanto pare, che tutto è accaduto. Inaspettatamente. O forse no.

A raccontare com’è andata è stato Simone Tartarini, coach del carrarino, che aveva in un primo momento negato che ci fosse del tenero tra loro e sottolineato che Musetti, pur volendo, non avrebbe avuto il tempo di mettere in piedi una relazione. L’allenatore è però tornato sui suoi passi e rivelato che il suo pupillo, oltre che talentuoso, è anche “prestigiatore” e che la magia si è compiuta alle Maldive: “È partito con un’amica – ha detto a Repubblica, lasciando intendere che sia accaduto tutto in riva all’Oceano Indiano, nel giro di pochi giorni – ed è tornato con una fidanzata. Ma non sono io che devo dirlo”.