Calciomercato Milan, l’erede di Leao costa troppo: “Non c’è coraggio”

Calciomercato Milan, cosa faranno i rossoneri qualora Rafael Leao non dovesse rinnovare? In molti pensano che i rossoneri debbano già cominciare a guardarsi attorno e pensare a un possibile post Leao.

Dello stesso parere è anche Carlo Nicolini, dirigente dello Shakhtar Donetsk, che è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it, in diretta sul canale Twitch TVPLAY.

Nicolini su Leao a calciomercato.it - www.ilveggente.it
Rafael Leao ©️LaPresse

Il dirigente ha parlato a lungo di scouting, di calciomercato italiano, di giocatori in uscita dallo Shakhtar e dello scarso coraggio dimostrato negli ultimi anni dai club italiani. Gli ospiti collegati gli hanno subito chiesto di Mychajlo Petrovyč Mudryk, il centrocampista offensivo ventunenne ucraino che rappresenta uno dei pezzi più pregiati della rosa dello Shakhtar. Molte voci lo vedono come prossimo acquisto dell’Arsenal. Ma c’è anche chi pensa che possa interessare al Milan per la questione del post Leao.

“A oggi Mudryk è arrivato il messaggio, come a tutti gli altri giocatori, di presentarsi per il ritiro di Antalya del 9 gennaio“, ha detto Nocolini. “L’interesse dell’Arsenal c’è, non posso negarlo”.

Come dirigente e responsabile dello scouting, Nicolini ha poi ammesso di aver guardato con molto interesse il Mondiale, per scovare nuovi successi. Ma l’exploit di alcuni giocatori in Qatar ha rappresentato per il dirigente un problema. “Se non fosse successo quanto è successo, due ragazzi che al Mondiale hanno fatto benissimo erano già nostri, ovvero Gvardiol e Alvarez. Noi guardiamo ora molto a un mercato interno perché portare in questa situazione i giocatori in Ucraina non è sempliceTanti addetti ai lavori italiani hanno scoperto in questo Mondiale nomi che sono sui nostri taccuini da tre anni”.

Mudryk come possibile uomo per il post Leao

Secondo Nicolini in Italia manca il coraggio di prendere il giocatore promettente. Anche se gli scout trovano profili interessanti, poi i dirigenti e le proprietà lasciano sempre decadere l’affare. “Arriva Kvaratskhelia e sembra abbiano scoperto un marziano, ma noi e altri club lo seguiamo da cinque anni”.

Carlo Nicolini a calciomercato.it
Carlo Nicolini a calciomercato.it

Infine, tornando su Mudryk, il dirigente nega che possa essere lui il post Leao per il Milan. “Si sono interessati in tanti, ma solo indirettamente, a Mudryk, cioè senza un’offerta ufficiale”, ha spiegato Nicolini ai microfoni di calciomercato.it, in diretta sul canale Twitch TVPLAY. “Telefonate, ce ne sono state tante. Credo che a oggi le squadre italiane facciano fatica a prendere un profilo del genere, sia per quanto vale sia per la mancanza di coraggio nell’investire su un profilo così. Magari poi vendono bene Leao, capiscono che Mudryk ha un talento importante e proveranno a prenderlo”.

Insomma, il dirigente sottolinea le solite criticità del calcio italiano: i giovani che non giocano, i 2004 mandati a giocare in Serie C o tenuti sempre in primavera…