Lionel Messi alza la coppa del mondo: “È una buffonata…”

La coppa nelle mani di Leo Messi. Ma è subito polemica. Mentre Messi alza la coppa si levano le critiche: “È una buffonata!“. Che cosa è successo?

Prima di poter alzare la coppa, il capitano dell’Argentina ha dovuto indossare un mantello chiamato bisht, un accessorio che si veste sopra il thobe, il vestito tipico degli abitanti degli Stati del Golfo. Secondo i giornalisti e gli opinionisti presenti a calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY, la scena è stata squalificante.

Messi con la veste qatarina alza la coppa - www.ilveggente.it
Messi alza la coppa ©️LaPresse

Ma è una cosa mai vista“, ha commentato il direttore Marco Giordano. “Cosa succede? Messi indossa una mantella tipica qatarina… Ma è una buffonata. Che senso ha?“. Il bisht è appunto una mantellina cerimoniale scura che si mette sul thobe, o dishdasha, cioè sulla veste che indossano tutti gli uomini in Qatar. Una specie di scaldaspalle dalle maniche corte, da abbinare al lungo abito tipico degli Emirati, la cui parte superiore ricorda una camicia maschile, con un colletto pronunciato e delle maniche molto lunghe.

In questo modo non si vede la maglia dell’Argentina“, commenta ErFaina. Anche gli altri presenti hanno sorriso o storto il naso di fronte alla scena di sicuro poco ortodossa rispetto al rituale solito dell’alzata della coppa.

La vestizione è stata condotta dallo stesso emiro del Qatar Tamim bin Hamad Al Thani. Nulla di sconveniente, in realtà… Per la cultura araba, quel particolare mantello ha un significato altissimo e determina un onore tributato a un re o a un eroe.

Mantello a parte, Messi ha dimostrato davvero di essere un eroe. E l’Argentina è piaciuta di più della Francia a tutti gli opinionisti intervenuti in trasmissione. Aggressivi, corti e motivati, gli argentini hanno messo all’angolo per molti minuti la Francia. E così l’Argentina è tornare a trionfare a trentasei anni dall’ultima volta in Messico.

Paolo Signorelli, direttore di Notizie.com ha commentato la partita: “L’Argentina ha stameritato. La partita si è riaperta con il cambio sbagliato di Di Maria. Appena è stato al 50%, Di Maria ha fatto una partita sontuosa. Prima dell’errore di Otamendi, la Francia non aveva mai tirato. L’Argentina aveva più cattiveria, sembrava più un gruppo vero, con voglia e grinta“.

Messi alza la coppa, ma la premiazione attira critiche: “Una buffonata

La follia è stata che la Francia abbia tolto tutti i rigoristi: Giroud, Hernandez, Griezmann“, ha dichiarato Luca Cohen. Mentre il direttore Giordano ha sottolineato l’assurdità della scena di Messi che alza la coppa con la veste qatarina: “Così conciato ha alzato la coppa al cielo… è una buffonata“.

calciomercato.it TVPLAY - www.ilveggente.it
calciomercato.it TVPLAY

A TV PLAY non hanno però solo commentato in diretta la celebrazione e la consegna della coppa. Dopo aver criticato il rituale poco ortodosso con cui gli organizzatori qatarini hanno voluto vestire Messi con l’abito tipico della loro cultura, tutti i presenti hanno celebrato la grande partita di Leo Messi.

Per i commentatori presenti a calciomercato.it, in onda sul canale Twitch TVPLAY, la partita di oggi è stata una delle più belle finali delle ultime. Gabriele La Manna, oltre a celebrare Messi, ha voluto anche menzionare Damián Martinez, con la sua straordinaria parata negli ultimi minuti: “In pratica è stato uno dei veri eroi dell’Argentina: ha fatto un Mondiale stupendo“.

Anche per Emiliano Viviano, ex portiere di Serie A, Martinez è stato uno dei protagonisti (l’argentino è stato infatti premiato come miglior portiere del Mondiale). Ma Viviano ha voluto anche tributare i giusti onori alla grande partita di Hugo Lloris.

ErFaina ha poi sottolineato la forza di Mbappé, che ha dimostrato enorme talento: “Ha fatto tre goal in finale… Oggi è il giocatore più forte del mondo. Se oggi devo dare un parere, dico che il più forte è Mbappé“.

Il portiere Emiliano Viviano risponde: “Sì, è un campione, ma è un po’ scollegato dalla partita. Ha fatto tre gol, ma in tutto ha toccato undici palloni. Si assenta per lunghi periodi. Mbappé si mette da una parte e cerca di fare quello che sa fare meglio. Mentre Messi torna, fa assist…