Emma Raducanu, feeling immediato: si sono scelti a vicenda

Emma Raducanu, è stato un vero e proprio colpo di fulmine: i due sono già legatissimi e questo ci fa ben sperare.

Qualcuno le ha affibbiato il “simpatico” nomignolo di mangia-allenatori. Perché ne ha cambiati talmente tanti, nel corso degli anni, che sembra davvero non riesca a prendere pace.

Emma Raducanu, feeling immediato: si sono scelti a vicenda
Instagram

Ma, chi lo sa, questa potrebbe essere la volta buona. Emma Raducanu pare convintissima della sua scelta e questo ci fa pensare che la storia potrebbe non ripetersi più. Che la bella tennista britannica abbia messo la testa a posto e che forse, ma solo forse, stavolta si comporterà in maniera diversa da come ha fatto in passato. Conoscendola, però, l’uso del condizionale continua ad essere non solo consigliabile, ma addirittura obbligatorio.

La sua scelta, dopo aver bussato a diverse porte e aver scaricato parecchi coach, è ricaduta su un volto già noto nel circuito Wta. Lui si chiama Sebastian Sachs, è tedesco, e gli va riconosciuto un merito su tutti: quello di aver traghettato Belinda Bencic verso la fase più luminosa della sua carriera. Fu con lui accanto, infatti, che la svizzera vinse l’oro olimpico. Non c’è da stupirsi, perciò, del fatto che Emma abbia optato proprio per questo pezzo da novanta.

Emma Raducanu, che sia la volta buona?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 乇爪爪卂 (@emmaraducanu)


Tra la Raducanu e la Bencic c’è stato un vero e proprio scambio. La svizzera ha assoldato già da svariate settimane l’ex coach della britannica, ossia il russo Dmitry Tursunov, che ha “rotto” con il volto di Dior e Tiffany perché, come aveva rivelato alla BBC, “il progetto era interessante ma non siamo riusciti a fare sintesi e ho preferito lasciare“. E così, per tutta risposta, la campionessa dello Us Open 2021 ha contattato Sachs e ha deciso di mettersi nelle sue mani sapienti.

I primi frutti di questa nuova collaborazione potremo ammirarli a giorni. Emma giocherà un match di esibizione ad Abu Dhabi e il suo nuovo allenatore sarà lì, nel box del team, pronto a sostenerla e a fare il tifo per lei. Il sorteggio non è stato magnanimo per la Raducanu: dall’altra parte del campo ci sarà nientepopodimeno che Ons Jabeur, giocatrice d’acciaio e finalista di Wimbledon.

Ma magari, chissà, il feeling che si è instaurato con Sachs la aiuterà a giocare al meglio delle sue potenzialità. Pare che i due siano già legatissimi e che, seppur in poco tempo, siano entrati parecchio in sintonia, fermo restando che solo il tempo potrà dirci se Emma abbia fatto la scelta giusta o meno.