Emma Raducanu, lui ha già un’altra: “Per questo ho preferito lasciarla”

Emma Raducanu, storia finita: le dichiarazioni dopo la rottura hanno lasciato i tifosi della tennista senza parole.

Il fatto che avesse vinto uno Slam ad appena 18 anni aveva inevitabilmente generato delle immense aspettative. Il pubblico credeva che una nuova e imbattibile stella fosse nata e che, di lì in avanti, il circuito femminile avrebbe iniziato a ruotare solo ed esclusivamente attorno a lei.

Emma Raducanu, lui ha già un'altra: "Per questo ho preferito lasciarla"
Instagram

La storia, i risultati e le classifiche ci insegnano che, però, le cose non sono andate proprio così. Nessuno leverà mai ad Emma Raducanu i meriti che le spettano per essersi resa protagonista di quella splendida pagina di tennis, ma è innegabile che dopo lo Us Open 2021 le cose abbiano preso una piega del tutto inaspettata.

I risultati che il popolo del tennis si aspettava non solo non sono mai arrivati, ma non sono neanche all’orizzonte. E la bella britannica, amatissima dagli sponsor al punto tale da essere una delle atlete più ricche secondo Forbes, continua a brancolare nel buio senza ben sapere dove andare e cosa fare.

Emma Raducanu, le ragioni dell’addio

Emma Raducanu, lui ha già un'altra: "Per questo ho preferito lasciarla"
Belinda Bencic (Instagram)

Che non abbia le idee troppo chiare lo si evince anche solo dal fatto che continua a cambiare allenatore, come se nessuno riuscisse a cucirle addosso il progetto che lei ha in mente. Di recente ha rotto con Dmitrij Tursunov, sebbene avesse fatto carte false per averlo in un momento in cui il tennis aveva sbarrato le porte ai personaggi russi (vedi l’esclusione da Wimbledon).

A raccontare perché la loro collaborazione si sia interrotta da un giorno all’altro è stato proprio il suo ex coach. “Mi è piaciuto molto lavorare con lei – ha confessato alla BBC – ed è stata una decisione molto difficile per me separarmi da una giocatrice che mi piace e rispetto. Il progetto era interessante ma non siamo riusciti a fare sintesi e ho preferito lasciare“.

Ma non è stata Belinda Bencic, la sua nuova pupilla, la causa di questa rottura. C’è ben altro dietro. “Il progetto di lavoro con lei ha bisogno almeno di due anni, due anni e mezzo per mostrare risultati – ha detto ancora Tursunov, che ha voluto fare chiarezza su un addio inaspettato – Il suo gioco è ancora molto acerbo e servono tanti allenamenti per migliorare. Per questo sono stato diretto e le ho detto che dovrebbe individuare una sola persona per guidarti e darle retta per un po’ di tempo”. Una rivelazione che sa di ramanzina e che molto dice sulla reputazione della Raducanu di tennista mangia-allenatori.