Emma Raducanu si fa desiderare: corteggiamento sfiancante

Emma Raducanu fa la preziosa, ma alla fine cede e accetta l’invito lusinghiero: cosa bolle nella pentola della tennista britannica.

Lunedì 18 gennaio. È questa la data che i tennissofili avranno certamente già cerchiato in rosso sul calendario, perché sarà quello, appunto, il giorno “X” per gli amanti dello sport ideato dagli inglesi.

Emma Raducanu si fa desiderare: corteggiamento sfiancante
Instagram

L’Australian Open inizierà tra un mese e il popolo del tennis è già in gran fermento. Fortuna che prima ancora dello Slam ci saranno diversi altri appuntamenti da non perdere, perché altrimenti sarebbe stato davvero difficile, per gli appassionati veri, tenere duro fino ad allora.

Tra gli eventi che faranno da apripista al torneo australiano c’è l’ASB Classic di Auckland, il torneo 250 che si terrà dal 9 al 15 gennaio sui campi in cemento outdoor della cittadina neozelandese. E che riveste un ruolo strategico nella programmazione stagionale perché immediatamente precedente, appunto, al primo Slam dell’anno.

Emma Raducanu fa la preziosa ma cede: ci sarà anche lei

Anche Emma Raducanu ha deciso di farvi tappa prima di volare alla volta di Melbourne, ma tutto si può dire fuorché gli organizzatori dell’ASB Classic non abbiano dovuto sudare molte camicie per assicurarsi la sua presenza nella gara femminile. Pare che abbia accettato solo alla fine di un “corteggiamento” sfiancante, anzi, perché in preda a mille dubbi.

Emma Raducanu si fa desiderare: corteggiamento sfiancante
Instagram

“È stato molto impegnativo con Emma Raducanu – hanno ammesso – Da entrambe le parti c’era interesse, anche lei era ansiosa di sapere cosa sarebbe successo alla United Cup, quindi ci è voluto più tempo per convincerla, ma alla fine eravamo sulla stessa lunghezza d’onda“.

Benché si sia fatta desiderare, pare che ora la bella britannica non stia nella pelle. Sogna un 2023 stellare, e se riuscirà a fare bene ad Auckland acquisirà la sicurezza di cui ha bisogno per andare alla grande come desidera. “Non vedo davvero l’ora di venire in Nuova Zelanda. Ho sentito tante cose positive sul torneo, che è fantastico per giocatori e tifosi”. E chissà che l’era 2.0 di Emma Raducanu non possa iniziare proprio lì.